La compianta stilista Elsa Serrano

Corigliano Rossano – Una tragica fine è toccata alla rinomata stilista di origini coriglianesi Elsa Serrano, morta ieri sera dopo che il suo appartamento ha preso fuoco in un palazzo di Buenos Aires. La donna sarebbe rimasta soffocata per il fumo, secondo indagini preliminari. L’incendio, scoppiato verso le 20.15 locali, sarebbe stato provocato da un cortocircuito elettrico. I vigili del fuoco hanno ritrovato il corpo nell’appartamento dove lei abitava da sola.

La stilista 73enne, il cui vero nome era Elsa Romio, figlia di Franceschina Malavolta e di Espedito Romio, era nata nel 1947 a Corigliano Calabro e si era stabilita poi a Buenos Aires nel 1955, ritornando comunque nel paese natio con una certa costanza nel tempo.

In Argentina già dal 1968 inizia a disegnare quattro collezioni per stagione, alta moda e prêt-à-porter. Successivamente si dedica esclusivamente all’haute couture.

Con quarantacinque anni di esperienza, i suoi progetti sono stati utilizzati da diversi personaggi famosi e riconosciuti in Argentina. A lei si devono due abiti da sposa emblematici: quello di Claudia Villafane per il suo matrimonio con Diego Maradona e quello della star della tv argentina Susana Giménez per il suo matrimonio con Huberto Roviralta. A livello politico, ha vestito María Lorenza Barreneche, moglie dell’ex presidente argentino Raúl Alfonsín.

La crisi argentina del 2001 aveva provocato una battuta d’arresto nella carriera di Serrano. Tuttavia, aveva superato le difficoltà economiche, e attualmente possedeva il suo laboratorio nel quartiere Palermo di Buenos Aires.