Villapiana, si lavora per la “differenziata”

VILLAPIANA La municipalizzata BSV lavora alacremente per avviare al più presto la raccolta differenziata che, secondo il crono-programma, dovrebbe partire ai primi del mese di aprile. Lo ha sostenuto e dimostrato concretamente, alla presenza del sindaco Paolo Montalti, del delegato alla Pubblica Istruzione Rita Portulano e del componente dello staff del sindaco Vincenzo Lo Giudice, l’amministratore unico della Municipalizzata Eduardo Lo Giudice nell’accogliere gli operatori dell’informazione all’interno del capannone preso in locazione nell’area industriale di Santa Maria anche nella prospettiva a cui si sta lavorando di estendere l’area di competenza a tutti i comuni del Comprensorio. Si tratta, innanzitutto, di un capannone industriale di oltre 1.500 mq. di superficie coperta e di circa 4mila mq. recintati, già dotato di tutti gli impianti (elettrico, aerazione, antincendio e video-sorvegliato) che, oltre al ricovero dei mezzi, dovrà accogliere la piattaforma multi-materiale per la selezione ed il compattamento in eco-balle dei rifiuti riciclabili. All’interno del capannone che ospita anche gli uffici della BSV è già disponibile tutto l’occorrente acquistato grazie ad un sostanzioso mutuo di circa 500mila euro acceso dal Comune con la Cassa DD.PP. (i mezzi meccanici per la raccolta porta a porta, i mastelli ed i contenitori da distribuire alle famiglie, agli esercizi commerciali e sul territorio. La novità assoluta è che ogni mastello è dotato di un micro-chip attraverso il quale l’apposito “trasponder” installato sul mezzo di raccolta sarà in grado di documentare l’avvenuto ritiro del materiale differenziato. Tutto questo, sempre secondo l’informativa fornita dal manager Lo Giudice, consentirà agli uffici della BSV di tenere sotto controllo tutto il sistema e di intercettare eventuali evasori del servizio e servirà alle famiglie anche per acquisire punteggi con cui avere diritto a eventuali benefit.

(fonte: La Provincia di Cosenza)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *