Trebisacce, duro attacco a chi si sente proprietario del Comune



TREBISACCE E’ nato, in vista delle Amministrative della prossima primavera, il Movimento Civico “Trebisacce Ideale” fondato da Loredana Latronico e coordinato da Giovanni Braile iscritto al Movimento 5Stelle. Del nuovo movimento civico, presentato ufficialmente sabato sera nella propria sede di piazza Copernico alla presenza di un folto gruppo di simpatizzanti e che, da quanto ha sostenuto la sua fondatrice Loredana Latronico, intende affrontare con determinazione le prossime elezioni amministrative impegnandosi per dare attuazione a un cambiamento della cittadina jonica, fanno parte altri gruppi quali: “Trebisacce Futuro” rappresentato dal presidente Pino Sposato, “Lavoro e Sviluppo” rappresentato dalla dr.ssa Annamaria Gatto, “l’Italia del Meridione” di Orlandino Greco rappresentato dalla giovane Lucia Tucci ed il “gruppo cittadino” guidato da Remo Spatola componente del Direttivo Provinciale e del Direttivo Cittadino del PD. Nel corso della presentazione del progetto politico, dopo l’introduzione di Giovanni Braile e l’intervento del presidente Pino Sposato che ha detto di voler continuare a coltivare insieme ai giovani il sogno di veder rifiorire Trebisacce, hanno preso la parola i rappresentanti dei vari gruppi i quali hanno esplicitato le ragioni della loro partecipazione a “Trebisacce Ideale” delineando un breve “identikit” del proprio gruppo. «La nostra – ha dichiarato l’arch. Spatola – è una proposta alternativa a chi si sente “proprietario” del comune, che rispetto al movimento civico “La Svolta” è interessata a privilegiare le cose che ci uniscono rispetto a quelle che ci dividono e che intende favorire il confronto e la partecipazione di tutti, sia prima che dopo il voto». Dopo l’intervento di Spatola, è toccato a Loredana Latronico delineare il progetto e gli obiettivi del Movimento. «”Trebisacce Ideale” – ha esordito la dr.ssa Latronico – è un’incubatrice di capitale umano, un nuovo racconto della politica trebisaccese che, secondo una logica di condivisione e democrazia e senza alcun pregiudizio, unitamente alle altre forze civiche e movimenti politici, vuole cambiare lo stato attuale delle cose. Il nostro movimento – ha aggiunto – è dei cittadini che vogliono una Trebisacce Ideale, esso è perciò l’amplificatore della voce del popolo, aperto a chiunque si riconosca negli obiettivi di cambiamento e di nuova amministrazione. Al suo interno – ha concluso la Latronico – non ha candidati a sindaco precostituiti, né candidati al consiglio comunale in quanto la scelta del candidato-sindaco e della lista avverrà a tempo debito e in condivisione, e comunque secondo un sistema il più democratico possibile».
(fonte: La Provincia di Cosenza)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.