Statale 106, grande lavoro svolto dagli studenti

Sono tanti i lavori realizzati dai giovani studenti delle diverse scuole superiori raggiunte dalla prima campagna di Sicurezza Stradale lanciata dall’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” dal titolo “Quando guidi pensa a chi ti ama. Le regole ti salvano la vita e rispettarle conviene”. È davvero difficile capire qual è il lavoro più bello: tutti, nessuno escluso, meritano una grandissima considerazione. Solo uno di questi sarà premiato: il lavoro che entro l’8 di dicembre riceverà il maggior numero di “mi piace”. Questo, comunque, il messaggio che arriva dagli studenti: la statale 106 è tra le arterie viarie più pericolose del Paese e quindi ancora di più su questa strada rispettare le regole conviene. A ogni modo tutti i lavori verranno premiati. Ogni classe che ha deciso di partecipare riceverà un riconoscimento peraltro molto importante nell’ambito di una iniziativa finale che l’Associazione è già impegnata ad organizzare. Perché il loro messaggio è stato imponente, significativo e determinante e quindi merita di essere considerato e premiato. Proprio grazie a loro, infatti, l’Associazione ritiene di essere riuscita a vincere una prima battaglia nella difficile guerra necessaria a diminuire incidentalità e mortalità stradale sulla famigerata strada statale 106 jonica. Questa è una sfida che parte quest’anno e che l’Associazione intende continuare anche nei prossimi anni con costanza e grande determinazione. Vedremo quale sarà la Classe che riuscirà a vincere questo concorso di Sicurezza Stradale ottenendo il maggior numero di “mi piace” ma ad oggi un dato è certo: tutti loro insieme hanno vinto ottenendo un primo importante risultato. Quello di riuscire a convincerci che sono proprio loro l’unica grande speranza che ci riserva il futuro. Una speranza che deve essere alimentata dando voce ai ragazzi. Così come sta facendo l’Associazione guidata sapientemente dall’ing. Fabio Pugliese. Che persegue l’obiettivo dell’ammodernamento.

(fonte: La Provincia di Cosenza)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *