Sibaritide, si vota in otto comuni: prevale la partitocrazia mascherata da civismo |VIDEO

Si vota in otto comuni della Sibaritide, tutti sotto i 15mila abitanti. In alcune realtà non c’è storia, liste uniche e riproposizione dei sindaci uscenti come accade a Scala Coeli con Giovanni Matalone e a San Lorenzo Bellizzi con Antonio Cersosimo che dovrà ottenere il 50% dei consensi di quanti si recheranno alle urne. Tre i contendenti ad Amendolara: Pasquale Aprile, che rappresenta la continuità alla sindacatura uscente di Antonello Ciminelli al suo terzo mandato quindi incompatibile; Antonio Liguori e il ritorno dell’ex sindaco Maria Rita Acciardi. Ad Albidona lo scontro sarà tra Giuseppe Lizzano e Giuseppe Salandria. A Francavilla marittima Gaetano Tursi, medico in pensione, originario di San Lorenzo Bellizzi, sarà contrapposto all’ex sindaco Leonardo Valente.

A San Demetrio trattative convulse

Mentre a Calopezzati a contendersi la poltrona di sindaco è il civismo: a confronto Pasquale Pedace, espressione dell’uscente sindaco Franco Cesare Mangone e il giovane Antonello Giudicendrea alla sua prima esperienza. Ore convulse a San Demetrio Corone a causa di trattative intense fino all’ultima ora. L’esito vede tra candidati su fronti opposti: l’uscente Salvatore Lamirata, Salvatore Mauro e l’imprenditore Ernesto Madeo.  A San Cosmo due i candidati in lizza: l’uscente Damiano Baffa e il consigliere di opposione Cosmo Azzinnari già sindaco e sconfitto alle scorse elezioni dallo stesso Baffa. Molte le rappresentanze espressione della partitocrazia mascherata da civismo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *