Sibaritide. Screening anti-covid, tappa a Sibari

Prelievo campioni

Lo screening anti-Covid fa tappa a Sibari.
L’appuntamento, è fissato per domenica 17 gennaio, nel piazzale della Chiesa parrocchiale di San Giuseppe, a partire dalle ore 8.30. La lodevole iniziativa è del Movimento Show Down e della Croce Rossa di Corigliano-Rossano, in collaborazione con la Diocesi di Cassano all’Jonio, d’intesa con parroco cittadino don Pietro Groccia che tanto si è speso affinché, l’evento avesse luogo in città. Lo stesso prevede la presenza di Medici e professionisti, che sottoporranno gratuitamente, i richiedenti a tampone. Potranno usufruire dell’importante Giornata di prevenzione, ben 100 persone. Don Pietro, da sempre impegnato in iniziative a favore dei meno abbienti, annunciando l’evento, ha voluto sottolineare che è rivolto in primo luogo, alle fasce più deboli della popolazione di Sibari e Lattughelle e nella fattispecie, anziani, immunodepressi, soggetti con patologie varie, etc.). Per effettuare il tampone in tutta sicurezza, è necessario prenotarsi a uno di questi numeri:
3896199994 (Martina Simone)
3899223380 (Amerigo Simone)
All’atto della prenotazione, bisognerà fornire le proprie generalità, un recapito telefonico e un indirizzo e-mail a cui mandare il referto, ha informato don
Groccia, che riveste anche il ruolo di Direttore dell’Ufficio delle Comunicazioni Sociali della Diocesi. La chiesa cassanese quindi, in un momento cruciale dell’epidemia Covid 19- e in attesa della vaccinazione, come sempre, vuole far sentire la propria vicinanza ed affetto, a chi vorrebbe fare il tampone, ma non è nelle condizioni economiche di poter affrontare le relative spese, in un periodo di crisi globale, che attanaglia purtroppo, tante famiglie. Da qui il sostegno del Movimento Show Down e della Croce Rossa di Corigliano-Rossano, che si sono resi disponibili a venire incontro alle richieste del parroco sibarita. In una comunità, quella di Cassano, che oltre a registrare la positività del Vescovo Francesco Savino, vivadio negativizzato, dopo giorni trascorsi in compagnia dei sintomi legati al virus, di don Nunzio Laitano e del segretario particolare dell’Alto prelato, entrambi purtroppo ancora positivi, sta facendo i conti con un numero assai congruo di contagiati, che ha scosso e non poco, la Diocesi e le Autorità istituzionali, che si sono messi subito a lavoro per arginare i contagi. In quest’ottica, va inteso anche lo screening di domani, con la speranza che non regali ulteriori positivi, ma notizie confortanti. (Comunicato stampa)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *