Sibaritide, l’affermazione dei vini calabresi nel mondo: a Cariati iGRECO ospita esperti e operatori di settore | VIDEO



La Calabria nel mondo, in auge anche per le produzioni vinicole. Si cresce in qualità e, dunque, in prestigio nei mercati nazionali e internazionali. Nella Sibaritide, in particolare a Cariati, la nota e affermata azienda de iGRECO produce vini di nicchia, di altissimo pregio e qualità, il “Gran Cuvèe Millesimato”, vinificato in Bianco da uve Greco Bianco, e in Rosato da uve Gaglioppo. Come da tradizione, anche quest’anno l’azienda ha ospitato operatori e appassionati di settore per una giornata dedicata al momento della sboccatura del metodo classico. «Facciamo un prodotto di qualità fatto con i vitigni autoctoni, ha affermato Filomena Greco – responsabile marketing. Avere uno spumante con uve calabresi rappresenta un motivo di vanto e di soddisfazione per l’azienda, e lo è per la Calabria e per i calabresi. Parlo anche di tutte quelle aziende che trasformando e commercializzando i prodotti locali si distinguono in Italia e all’estero».

L’azienda adotta il Méthode Champenoise per la vinificazione dei vitigni autoctoni. Un percorso di trattamento lungo 36 mesi, che si conclude con il rabbocco della bottiglia. Tommaso Caporale, brand ambassador iGreco, ha intrattenuto operatori ed esperti giunti nei giorni scorsi presso l’azienda di Cariati per il processo della sboccatura. «Per gli operatori è stata una esperienza indimenticabile perché hanno vissuto tutta la filiera del Metodo Classico, con le sue peculiarità e caratteristiche». Oltre al mercato italiano, l’azienda è presente in America, in Asia e nel Nord Europa. Per il Direttore commerciale Giuseppe Boccia la chiave del successo sta nel «dare vita a prodotti di qualità». Altrettanto importante si rivela la strategia di marketing, promozione e commercializzazione delle produzioni. Boccia sottolinea come sia nelle corde del management aziendale raccontare e mettere in evidenza i processi di lavorazione dei prodotti: «Oggi dietro un prodotto ci deve essere anche una storia».

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.