Promenzio: Stasi, spieghi alle famiglie e docenti come mai, mentre il TAR decideva sulla scuola, il nostro Comune non c’era?!

 

Gino Promenzio

Scuole chiuse sì o no? Dilemma profondo, in tempo di Covid. Comunità divise in tutto il paese.

E anche la nostra città è sembrata vivere la stessa, profonda, spaccatura.

Mandare i figli in presenza o impegnarli con la DAD? A Corigliano-Rossano si è scelto (come nella maggior parte della nazione, del resto) di tenere i figli a casa.

All’amministrazione comunale, in ritardo marcato sul ripristino di alcuni edifici scolastici (sarà colpa del rodaggio?), la scusa del Covid cade a pennello.

Ma su richiesta di un privato, oggi la Prima Sezione del TAR Calabria, con provvedimento cautelare, ha sospeso l’efficacia dell’ordinanza comunale che bloccava l’accesso a scuola degli studenti di Corigliano-Rossano.

Naturalmente la giornata è stata pervasa dal dibattito mai sopito tra i gli schieramenti del Sì e del No: “vale solo per la sruttura che ha promosso il giudizio”; “no, si estende a tutti gli istituti” e via discorrendo, con motivazioni. Il sindaco tuttologo, è stato costretto addirittura a parlare di cortocircuiti istituzionali….

Ma noi, che capiamo di processi estensivi del Diritto quanto Stasi di Ospedali COVID, ci permettiamo di chiedere umilmente al nostro primo cittadino solo una cosa: SEI IN GRADO DI SPIEGARE ALLA CITTA’ PERCHE’IN UN GIUDIZIO COSI IMPORTANTE, AL TAR IL COMUNE NON SI E’ MANCO PRESENTATO, PERDENDO OLTRE AL GIUDIZIO, ANCHE LA FACCIA??

comunicato stampa

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *