Polo Covid a Rossano, martedì il corso. Reclutato il personale: i nomi

Corigliano Rossano – Si va avanti spediti, come se nulla fosse. Caso davvero raro, le decisioni del commissario dell’Asp di Cosenza hanno superato sia le circolari ministeriali sia le disposizioni della governatrice Jole Santelli e del capo di dipartimento regionale, secondo cui i Poli Covid andavano realizzati in luoghi più sicuri come gli ospedali HUB. Chissà se tale volontà supererà persino l’orientamento dell’attuale governo di realizzare 1 Polo Covid ogni milione di abitanti. I principali esperti in ambito sanitario indicano che per i Poli Covid occorra personale qualificato e particolarmente competente. In sostanza non basta essere solo medici o essere dotati di titoli equipollenti. A Rossano si procede, dunque, indisturbati. Per martedì 5 maggio sono stati convocati i medici e paramedici reclutati e destinati al Polo Covid al fine di seguire un corso/addestramento di vestizione/svestizione. Di seguito il personale  in parte attinto dai reparti, alcuni quali andranno in scompenso per carenza di dotazione organica: Domenico Urso (pronto soccorso), Genesio Salerno (pronto soccorso), Salvatore De Paola (medicina), Francesco Salituri (cardiologia), Silvia Ianni (cardiologia), Tecla Mingrone (rianimazione), Alessandra Magno (pneumologia), Matteo Cino (pneumologia), Ileana Chiaromonte (pneumologia), Tonia Piccoli (pneumologia), Miguel Angel Paludi (radiologia), Maria Rella (medicina), Rosanna Castiglione (pneumologia), Antonio Amoruso (pronto soccorso), Liliana Barbera (pneumologia), Lidia Aretino (pneumologia). Non è dato sapere, infine, se i camici bianchi potranno distaccarsi a carattere permanente dalle divisioni originarie di appartenenza.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *