Operazione “Self service”, 6 condanne all’esito del processo di primo grado

Corigliano-Rossano – Sei condanne, a pene che vanno dai due anni ai due anni e otto mesi, nella sentenza emessa nei giorni scorsi dal Tribunale penale di Castrovillari in composizione collegiale nell’ambito dell’operazione “Self Service” portata a termine nel 2013 dagli agenti del Commissariato di p.s. di Corigliano-Rossano. I giudici hanno disposto anche delle assoluzioni con formula piena relativamente ad alcuni capi di imputazione e riconosciuto l’intervenuta prescrizione per altri.

24 in origine i soggetti coinvolti nell’operazione, che aveva ipotizzato una truffa ai danni dell’ASP di Cosenza anche da parte di alcuni dipendenti in servizio nei presidi ospedalieri di Rossano, Corigliano e Cariati. Tra le accuse originarie: associazione a delinquere, peculato, frode nelle pubbliche forniture e truffa in concorso. Ad alcuni si contestava di utilizzare le schede carburanti aziendali per rifornire le proprie autovetture. Altri erano invece accusati di essersi scambiati i badge per attestare la presenza sul posto di lavoro. Tra le contestazioni anche ipotesi di false certificazioni mediche al fine di ottenere risarcimenti da compagnie assicurative.

Con il dispositivo emesso lo scorso 15 marzo si conclude il giudizio di primo grado che infligge complessivamente sei condanne a pene detentive (per i due imputati condannati a 2 anni è stata disposta la sospensione della pena) nonché al risarcimento del danno all’ASP di Cosenza, costituitasi parte civile, da liquidarsi in separata sede. Le motivazioni della sentenza saranno depositate entro novanta giorni.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *