Omicidio a Schiavonea, gli uomini del Ris sul luogo del delitto

Sul luogo del delitto sono appena arrivati gli uomini del Ris (reparto investigazioni scientifiche) dei carabinieri chiamati ad analizzare ogni singolo reperto rinvenuto. Nel frattempo sono stati trovati nelle adiacenze dell’agguato altri sette proiettili, ciò conferma la pioggia di pistolettate indirizzata a Pasquale Aquino, il 58enne, ucciso in serata in Via Mediterraneo a Schiavonea.


Su di lui gravava qualche piccola condanna per spaccio, imputato ed assolto nell’ambito del processo Harem istruito all’epoca dei fatti dalla distrettuale antimafia di Catanzaro.  I carabinieri del tenente colonnello Raffaele Giovinazzo, nel frattempo, avrebbero attinto alcune immagini di videosorveglianza su cui gli investigatori stanno lavorando al fine di reperire indizi utili alle indagini. Da alcune indiscrezioni, pare che a sparare sia stato un sicario che appena dopo aver esploso i numerosi colpi di pistola si sarebbe dato alla fuga a bordo di una moto.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *