La Tavola della Pietà del Museo del Codex in esposizione a Matera

Matera – Oltre al prezioso evangeliario  greco dichiarato patrimonio dell’UNESCO, il Museo Diocesano e del Codex custodisce preziosi ostensori, statue, busti reliquiari e antifonari, argenteria di vario uso. Tra queste opere d’arte c’è anche la nota Tavola della Pietà, un dipinto realizzato su legno nel 1499 dal pittore cretese Andrea Pavis. Si tratta di un’icona post-bizantina raffigurante la Madonna che tra le braccia accoglie il figlio morto. Sul manto della madre di Dio sono rappresentate tre stelle che indicano la verginità di Maria prima, durante e dopo il parto. L’icona fu donata alla comunità dall’allora arcivescovo G. Battista de Lagni, che resse l’Arcidiocesi di Rossano tra il 1493 e il 1505. E proprio questa tavola, in questi giorni, è stata prelevata dal museo per essere messa in mostra nell’incantevole e antico palazzo Lanfranchi di Matera. Nella Città dei Sassi, che recentemente è stata nominata Capitale Europea della Cultura 2019, è stata allestita una collettiva dal titolo l’Italia Meridionale e il Mediterraneo tra ’400 e ’500. La mostra, inaugurata il 19 aprile, resterà alla fruizione dei visitatori fino al 19 agosto.

Antonio La Banca      

Potrebbero interessarti anche...

Lascia commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *