In via di assestamento la macchina delle vaccinazioni a Corigliano-Rossano

L’arrivo dell’Esercito

La macchina organizzativa per le vaccinazioni pare si sia assestata. L’unico problema rimane la quantità delle dosi, problema comune a tutte le parti della Calabria. Nella giornata di ieri si è tenuta una riunione con i Distretti Ionio Nord e Ionio Sud ed il Dipartimento di Prevenzione per fare il punto della situazione. Per gli ultraottantenni è partita la piattaforma digitale dove è già possibile prenotarsi per poi effettuare la vaccinazione nei due centri individuati: Centro di Eccellenza (Corigliano) e Palestra Scuola Levi (Rossano). Sono stati dismessi alcuni punti vaccinali per opportunità, uno di questi è quello del presidio ospedaliero “Nicola Giannettasio” già sede di Polo Covid. Sono state individuate sessione composte da 54 soggetti al fine di scongiurare il rischio, come già avvenuto in passato, di disponibilità del

Pfizer e del Moderna. Nel frattempo si lavora sul fronte delle categorie a rischio e qualificate come servizi essenziali, in particolare il personale scolastico e i dipendenti comunali, tutti con Astrazeneca. Sono state programmate 350 vaccini a settimana. Il sindaco di Corigliano-Rossano Flavio Stasi ha già anticipato che si vaccinerà con astrazeneca ma solo «dopo l’ultimo dipendente comunale».

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *