IIS Green Falcone-Borsellino. Due ex studenti selezionati per l’Amerigo Vespucci



Due ex alunni dell’IIS Green Falcone-Borsellino dell’indirizzo Trasporti e Logistica (Conduzione del Mezzo Navale), Giuseppe Lioi e Antonio Macaretti, diplomati nell’anno scolastico 2018-2019 con ottimi voti, sono stati selezionati per navigare tra il personale di bordo della prestigiosa Amerigo Vespucci. Si è occupato della loro selezione il presidente dell’ANMI di Cosenza, Michele Tocci.

SODDISFATTA LA DIRIGENZA

Grande soddisfazione di tutto l’IIS Green Falcone-Borsellino e del Dirigente scolastico Alfonso Costanza: «I due studenti si sono distinti durante gli esami di Stato conseguendo ottimi voti. Rappresentano il fiore all’occhiello del nostro istituto e noi siamo orgogliosi di averli avuti tra i nostri banchi di scuola. Tali eventi costituiscono ulteriore conferma dell’alto livello di formazione che garantisce l’istituto nell’ambito di un’offerta formativa sempre più vasta. Da quest’anno scolastico 2019/2020 – continua Costanza- sono partiti due nuovi indirizzi di studio: Servizi culturali/spettacolo e Gestione delle acque/risanamento ambientale. Ciò permetterà ai nostri studenti di prepararsi in altri due campi di grande attualità nel mondo del lavoro. Si potranno realizzare imprese creative per la comunicazione web e radiotelevisiva. Sul fronte della gestione ambientale, i tecnici in gestione delle acque si occuperanno, tra le altre cose, delle problematiche delle risorse idriche e delle tecniche di ricerca dei guasti, della valutazione dell’impatto ambientale e dell’erogazione di acqua potabile. Sono indirizzi nuovi e innovativi per il territorio e la nostra è una scommessa per dimostrare che c’è bisogno di una didattica al passo coi tempi».

PERCORSO VESPUCCI

L’Amerigo VESPUCCI è una Nave Scuola a Vela della Marina Militare Italiana. È stata varata il 22 febbraio 1931 e consegnata all’allora Regia Marina il 6 giugno 1931. La nave era stata concepita allo scopo di mantenere un elevato livello di qualità nell’educazione e formazione militare dei Cadetti dell’Accademia Navale. Composto da 264 membri, l’equipaggio è considerato il cuore pulsante della nave, suddiviso in 15 Officiali, 64 Sottufficiali e 185 marinai, i quali ricoprono numerosi ruoli e incarichi. Con i Cadetti dell’Accademia Navale e lo staff di supporto, il numero di personale cresce fino alle 400 unità.

Il tempo di navigazione previsto va dal 25 settembre al 5 ottobre 2019; la nave, salpata a Livorno, sbarcherà ad Ancona il 5 ottobre.

Durante le due settimane di navigazione, sono diversi gli scali previsti: ad esempio, il 29 settembre la Vespucci ha partecipato alla Festa della Marina per il “XX raduno nazionale dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia” sfilando in una bellissima parata marinaresca. Dopodiché, salperà ad Ancona il 5 in occasione della celebrazione degli 800 anni dalla partenza di San Francesco d’Assisi dallo scalo anconetano verso la Terra Santa.

ORGANIZZAZIONE

Selezionati da tutta Italia, sono 37 i ragazzi che vivranno l’esperienza della vita di bordo grazie alla possibilità concessa dall’Associazione Nazionale Marinai d’Italia (ANMI) e dalla Lega navale. In questa straordinaria esperienza, saranno accompagnati da Maruska Aicardi, ANMI di Piano Marina, e Francesco Bucca, ANMI di Genova. Sono stati divisi in tre squadre, ognuna delle quali svolge una tipologia di attività diversa tra quelle necessarie al mantenimento della nave in navigazione: affiancare le guardie, timonare, gestire la cucina, lavare le gamelle (la posateria e le stoviglie della mensa), cucinare. Le squadre lavorano sempre in sicurezza assistito dal personale di bordo e tutelato nelle mansioni che potrebbero rivelarsi pericolose per la loro incolumità. Ogni giorno compilano il libretto di navigazione così da registrare ufficialmente tutto quello che fanno.

Lioi e Macaretti appartengono alla squadra della Guardia: la mattina si svegliano alle 6,30 ed effettuano i turni di guardia sul ponte insieme ai nocchieri, così come previsto anche dal loro indirizzo di studio “Conduzione del mezzo navale”.

UFFICIO COMUNICAZIONE ITIS

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.