Guccione (PD): “Nel cosentino 3100 persone attendono la seconda dose del vaccino Pfizer”


In una lettera al Commissario Ad Acta Prefetto Guido Longo, il consigliere regionale del Partito Democratico Carlo Guccione segnala una delle tante problematiche del piano vaccinale calabrese.

«Le segnalo, nello specifico, quanto sta accadendo nello Jonio cosentino. Grazie alla sinergia tra Comuni e Distretti sanitari la vaccinazione era iniziata senza intoppi, raggiungendo un elevato numero di vaccinati tra gli over 80. Un lavoro, però, che rischia oggi di essere vanificato per la carenza di dosi Pfizer. Sono trascorsi oltre 30 giorni dalla prima dose e 2200 persone dell’alto jonio cosentino, 900 del medio e basso jonio attendono ancora di ricevere la seconda dose. Ci è sempre stato detto, sia da Lei che dal presidente f.f. Nino Spirlì, che il 30 per cento delle dosi ferme nei frigoriferi sarebbero serviti a garantire la seconda dose di richiamo. Mi chiedo, dunque, com’è possibile che ancora oggi oltre 3100 persone, solo nello Jonio cosentino, attendono la somministrazione della seconda dose?»

Come evidenziato da Guccione nel suo intervento, è necessario che la gestione del piano vaccinale sia coordinata con gli enti locali, così si potranno evitare di avere scorte non utilizzate e di poter completare il ciclo vaccinale come prevedere il Protocollo nazionale.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *