Geraci: “Mistificatorio accusarci di arroganza”



“Mistificatorio accusarci di arroganza…Le accuse mosse dai sindacati sono ingiuste, servirebbe più prudenza e più collaborazione”. E’ scontro frontale tra sindaco Geraci e sindacati Cgil, Cisl e Uil all’indomani del comunicato stampa con il quale la triplice accusava l’amministrazione comunale di avere disertato il tavolo prefettizio per discutere di alcune problematiche che interessano i dipendenti comunali. “Che il clima che si respira fosse rovente e intriso di avversione – afferma Geraci – è sotto gli occhi di tutti, ma accusare l’Amministrazione Comunale di arroganza nei riguardi del prefetto Tomao, sa di mistificatorio e molto strumentale. Che ci sia stato, poi, il tentativo di colpire il sindacato interno, ci pare, addirittura, un fuor d’opera senza senso e privo di qualsivoglia fondamento. Mi vedo costretto a replicare – continua il Primo Cittadino – perché ritengo ingiuste le accuse mosse dai rappresentanti sindacali. Infatti, giammai abbiamo assunto atteggiamenti arroganti con la Prefettura con la quale, invece, abbiamo mantenuto e manteniamo sereni e rispettosi reciproci rapporti improntati alla massima collaborazione istituzionale e mirati alla risoluzione di problematiche impellenti, urgenti e gravi che, però, il sindacato disconosce o fa finta di non conoscere. Intanto alla convocazione ho delegato a partecipare i due funzionari competenti e sono stato nella impossibilità di presenziare e di delegare altri assessori atteso che avevo convocato la giunta con all’ordine del giorno delicate questioni, nonché presieduto riunioni durante le quali sono state affrontate tematiche importanti quali la crisi idrica e servizi indispensabili da garantire durante il periodo feriale. Ciò mi risulta essere stato fatto presente alla prefettura da parte dei funzionari e, con l’occasione, ribadisco le mie scuse per la mancata presenza. Come ribadisco il fatto che, sempre, l’Amministrazione Comunale è stata presente agli incontri presso l’Ufficio Territoriale del Governo e ogni qualvolta siamo stati convocati. Ritenere, poi, grave atto compiuto quello compiuto dall’Amministrazione, mi sembra alquanto eccessivo e fuori luogo perché con i sindacati – fino a prova del contrario – questo Esecutivo ha sempre intrattenuto buoni rapporti e un dialogo che definire costruttivo mi sembra poco”.

(fonte: La Provincia di Cosenza)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.