Estirpano macchia mediterranea senza autorizzazione. Due denunce



alluvione

COSENZA  – 14 marzo 2020 – Hanno estirpato un bosco tipico di macchia mediterranea senza alcuna autorizzazione. Per tale motivo i Carabinieri Forestale della Stazione di Orsomarso hanno denunciato il proprietario di un terreno e l’esecutore materiale per il reato di utilizzazione boschiva ed estirpazione di
macchia mediterranea in assenza di autorizzazione. La denuncia è arrivata a seguito di un controllo effettuato nel Comune di Santa Domenica in località “Finocchio” dove è stato rilevato lo sradicamento di un bosco tipico della macchia mediterranea lungo la strada asfaltata che collega il centro abitato di Santa Domenica Talao con quello di Papasidero. Lo sradicamento su
l fondo in oggetto, effettuato per una rimessa in coltura, ha interessato un soprassuolo boscato tipico della macchia mediterranea composta da corbezzolo, lentisco, erica, mirto, con presenza di piante di cerro e sughera. Sullo stesso terreno erano presenti cumuli di ramaglie, apparati radicali di corbezzolo ed erica sradicati probabilmente eseguiti mediante l’uso di un mezzo meccanico. I militari hanno rintracciato il detentore del terreno accertando che lo stesso ha fatto effettuare tali lavori da una persona del luogo senza aver acquisito nessuna autorizzazione. Si è pertanto deferito all’autorità Giudiziaria il detentore del terreno e l’esecutore materiale e posto sotto sequestro il terreno, oltre 8500 mq, oggetto dello sradicamento che da un controllo effettuato è risultata essere sottoposta a vincolo sismico, e idrogeologico e ricade nelle aree percorse dal fuoco. (comunicato)

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.