Corigliano/Cariati: partito corso per “maestri d’ascia”



È partito il progetto di alternanza Scuola-Lavoro “Allievo Maestro d’Ascia per la Nautica da Diporto”, grazie al quale gli studenti del corso Nautico settore “Trasporti e Logistica” indirizzo Conduzione del Mezzo Navale dell’I.I.S. “Nicholas Green” di Corigliano Calabro stanno vivendo un’importante esperienza, frutto di un protocollo di intesa fortemente voluto dal Rotary Club Corigliano-Rossano “Sybaris”, dall’Istituto Green e dalla Capitaneria di Porto interamente finanziato dal Distretto 2100 del Rotary International con la collaborazione dei seguenti Rotary club: Corigliano Rossano “Sybaris”, Cariati “Terra Brettia”, Cirò Marina Terra degli Enotri, Rossano Bisantium, Sibari Magna Grecia-Cassano allo Ionio, Trebisacce Alto Ionio Cosentino, Rotaract Corigliano Rossano Sybaris, Rotaract Trebisacce Alto Jonio Cosentino, Interact Francesco Farina-Rossano. All’attività stanno partecipando 16 studenti di varie classi dell’Istituto “Green” accompagnati dal tutor interno prof. Leonardo Amato. Gli allievi hanno partecipato ad un corso preliminare di 6 ore tenuto presso la sede dell’Istituto mentre il 17 marzo scorso si sono spostati a Cariati dove è iniziata l’attività di stage: 116 ore in cui avranno l’occasione di fare una ricca esperienza diretta di gestione di un cantiere navale. Il cantiere, ultimo a mantenere viva la tradizione del “maestro d’ascia” nel contesto dello jonio cosentino, è quello del maestro Antonio Montesanto incastonato nel porto di Cariati. Per tutta la durata dello stage gli studenti sperimenteranno sul campo la possibilità di coniugare studio e lavoro nella cosiddetta “formazione per entrare in cantiere”, alternando lezioni tecniche basate sull’apprendimento della nomenclatura della barca, delle dotazioni di bordo, dell’alberatura e delle fasi dell’allestimento di un peschereccio in legno appena iniziato e le tecniche costruttive per la realizzazione delle varie parti con l’inserimento vero e proprio nelle singole unità produttive delle officine. Si è quindi realizzata una prima lezione sul campo che ha consentito alla scuola coriglianese di aprirsi al territorio, di mettere in luce tutto il suo tradizionale amore per il mare e questo grazie alla passione del dirigente scolastico prof. Giuseppe Lupinacci, autore di una preziosa opera didattica a livello organizzativo sulla scia del “disegno” concepito dal suo predecessore prof. Francesco Caravetta. Azione mirata a potenziare ed ulteriormente qualificare l’azione formativa dell’Istituto il cui merito va ascritto anche al presidente del Rotary Ing. Francesco Garasto e al Dott. Salvatore Alosio. La figura che si andrà a formare è quella di “Maestro d’Ascia per la Nautica da Diporto”, qualificato artigiano in possesso di quell’arte marinaresca oramai in via di estinzione capace di intervenire su qualsiasi componente del complesso sistema di attrezzatura velica di cui le imbarcazioni moderne sono dotate.

(Fonte comunicato)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.