“Le Stelle”, questo è il titolo della manifestazione itinerante che attraversa tutta la penisola italiana per ricordare le vittime della strada. L’iniziativa, giunta quest’anno alla terza edizione, è nata da un’idea di Graziella Viviano, madre di Elena Aubry, giovane che ha perso la vita in un incidente in moto. Si tratta di una staffetta tra motociclisti che accompagneranno in questo lungo viaggio tre cuscini a forma appunto di “stelle”. La staffetta è partita sabato scorso da Castel Sant’Angelo di Roma e lì si concluderà il prossimo 15 novembre. Tra le tappe la città di Corigliano Rossano: a far da ponte tra Matera e Catanzaro ci penserà il Motoclub “I Cavalieri” presieduto da Mario Cosenza. “Noi centauri riceveremo le Stelle dal gruppo di Matera giovedì 22 ottobre- ha affermato il presidente Cosenza – Le stelle saranno esposte nella sede del nostro motoclub dove sarà attaccata la coda, un nastro, con il nome della città di Corigliano Rossano; cosa tra l’altro che si fa per tutte le tappe. Il giorno successivo, venerdì 23, le stelle le consegneremo al gruppo di Catanzaro”. Per tutto l’itinerario è stato stabilito un calendario di appuntamenti tra gruppi di motociclisti per garantire la staffetta. Un percorso lunghissimo, comprese le tappe siciliane, basato sulla disponibilità di tanti volontari e associazioni motociclistiche che a tempo di record portano una “scia di luce” per tutta la nazione. La manifestazione si svolge nel rispetto delle restrizioni previste per il covid. La mission è quella di ricordare le vittime della strada rappresentate dalle stelle che non perdono la loro luce. Lungo le varie tappe vengono organizzati dei collegamenti diretti via social, occasione importante per parlare di sicurezza sulla strada.