Corigliano-Rossano. Scuola, incontro sul piano regionale per il Diritto allo Studio

CORIGLIANO-ROSSANO – Nella giornata di ieri – giovedì 20 gennaio 2022 – nella Sala Giunta di Palazzo Bianchi si è tenuta la conferenza dei servizi fra il Comune e gli Istituti Comprensivi cittadini per discutere del Piano Regionale per il Diritto allo Studio.

Erano presenti l’assessore alla Pubblica Istruzione, Alessia Alboresi, la dirigente al settore, Tina De Rosis, il responsabile del servizio, Serafino Caruso, i consiglieri comunali Cesare Sapia e Liliana Zangaro e sette dei nove dirigenti degli Istituti Scolastici del comune di Corigliano-Rossano.

Al centro della discussione la programmazione 2021 e il piano di riparto delle risorse messe a disposizione dal Fondo Regionale per il Piano Scuola che il Comune dovrà approvare con proprio atto deliberativo. Il piano di riparto è suddiviso per voci di spesa relative ai servizi di assistenza specialistica, ausili didattici e attrezzature per inserimento di alunni disabili; contributi per buoni pasto relativi ai servizi mensa, anche per le scuole paritarie; contributi per le spese di funzionamento di convitti e semiconvitti; trasporto scolastico; scuola in ospedale e istruzione a domicilio.

Il fondo assegnato al Comune di Corigliano-Rossano è pari a 185.400,00 euro.

Alessia Alboresi

«Quello di oggi è stato un incontro importante – ha commentato l’assessore Alboresi – anche per discutere su come riprogrammare il servizio di assistenza specialistica erogato dal Comune nelle scuole dell’obbligo. A tal proposito ho chiesto con forza che questo tavolo diventi permanente con l’aggiunta dei rappresentanti d’istituto e dei responsabili dell’ASP in modo da rendere più efficace la profilazione del servizio per gli studenti disabili. Da oggi, inoltre, si apre un dialogo continuo con i dirigenti e la comunità educante per programmare l’inserimento nel bilancio previsionale, che sarà approvato a breve, un aumento dei fondi destinati al servizio perché, il nostro obiettivo, è quello di migliorarlo e potenziarlo per garantire la piena parità nel diritto allo studio ai nostri ragazzi. Infine da questo incontro è emersa la necessità fondamentale di stilare un regolamento che possa definire i criteri per l’assegnazione delle figure degli assistenti, e a tal proposito si rende necessario un incontro, come chiesto anche di recente dal consigliere Sapia, con il commissario La Regina e con il Presidente della Regione, Roberto Occhiuto, in veste di commissario regionale alla Sanità, per colmare il vuoto lasciato nel territorio dall’assenza della figura del neuropsichiatra, professionista deputato proprio a stabilire le esigenze degli studenti disabili e a decidere le ore di impiego degli assistenti fisici» (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.