Corigliano Rossano, l’Osservatorio incontra i Commissari

corigliano rossano

Intensa è l’attività svolta in questi giorni dall’Osservatorio permanente sulla Gestione e gli Effetti della fusione Corigliano-Rossano, soggetto apartitico, senza scopo di lucro, costituito dai Comitati territoriali “Un CO-RO di SÌ” ed Associazioni a vario titolo operanti nell’Area vasta della Sibaritide.

I temi al centro delle commissioni preposte e suddivise per settori, sono stati molteplici: gestione estiva, programmazione, giustizia, sanità, sportello destinato ai cittadini per segnalazioni e disservizi. Il presidente dell’Osservatorio Vincenzo Figoli si è detto soddisfatto del percorso finora intrapreso e dei risultati raggiunti: «Sono 21 i soggetti giuridici (associazioni e comitati costituiti regolarmente) che hanno aderito all’Osservatorio, una realtà che potrà svolgere un ruolo sociale importante in chiave di vigilanza e controllo del territorio che oggi pone al centro una grande città di circa 80mila abitanti. L’appello è rivolto a quanti vogliono dare un contributo mediante la costruzione di un progetto di partecipazione attiva che parte dal basso, coinvolgendo la cittadinanza. Per far parte dell’Osservatorio – afferma Figoli – basta solo contattare gli organismi preposti e aderire come associazione o comitato riconosciuto».

Sul fronte “giustizia”, all’indomani della presa di posizione dell’Osservatorio di sostegno e supporto alle ragioni del Gruppo d’Azione per la Verità sul tribunale di Rossano, la responsabile dello staff – comunicazione del Ministero della Giustizia Lucia Costantino ha fatto sapere che il Guardasigilli assumerà in seria considerazione il “caso Rossano”.  Tale attenzione è stata salutata con favore dal responsabile della commissione giustizia dell’Osservatorio Avv. Francesca De Simone e dal vice presidente dell’Osservatorio nonché componente del GAV, Avv. Gisella Santelli. A tal riguardo sono stati assunti i dossier depositati dal GAV negli anni alle più alte cariche dello Stato al fine di aggiornarne i contenuti per la parte che riguarda l’intervenuta fusione i cui effetti hanno sancito la nascita della prima città della provincia di Cosenza. È stata inoltre esaminata la situazione critica del personale sottodimensionato all’interno del commissariato di pubblica sicurezza Corigliano Rossano.

Si è poi riunita la commissione “sanità”, presieduta dal co-responsabile Dott. Giuseppe Pranteda, che ha analizzato una serie di criticità contenute nell’atto aziendale dell’ASP di Cosenza. Sul punto è prossima l’emanazione di un duro documento.

Nel frattempo, dopo l’incontro cordiale con il commissario prefettizio Domenico  Bagnato, ieri i rappresentanti dell’Osservatorio sono stati ricevuti, presso la sede municipale di Rossano Centro, dal sub commissario Emanuela Greco.
All’ordine del giorno:  la tardiva programmazione degli eventi socio-culturali estivi. Da parte dell’ufficio del commissario è stata assicurata l’imminente emanazione della relativa determina commissariale per quanto attiene il cartello della stagione estiva. Nel corso della riunione, il sub commissario Greco ha informato che è delle prossime ore un intervento di pulizia delle spiagge a cura di ditte specializzate.

Il responsabile della commissione turismo, cultura e sport Ercolino Ferraina, ha chiesto che l’attività programmatoria per il 2019 si avvii, a cura degli uffici competenti, già dal prossimo mese di settembre 2018 per non ripetere gli errori degli anni precedenti. Apprezzamenti sono stati rivolti in favore dell’Osservatorio per il suo fine sociale, la lungimiranza nell’affrontare le problematiche e il ruolo neutro apartitico esercitato.

Il sub commissario Emanuela Greco si è dichiarata disponibile a incontrare i componenti l’Osservatorio con cadenza mensile già a partire dal prossimo mese di settembre.

Per quanto riguarda gli eventi socio-culturali proposti da alcune Associazioni/Comitati costituenti l’Osservatorio, è stata garantita la loro inclusione nel programma generale, il gratuito patrocinio ed anche un piccolo contributo economico.

All’incontro, per l’Osservatorio, oltre al presidente Figoli e al responsabile Ferraina, hanno preso parte i componenti del Consiglio Direttivo Ing. Giovanni Rugna, Arch. Pietro Graziano, Prof. Pino Campana e il dott. Francesco Caligiuri.

Di rilievo, è l’evento di promozione culturale che l’Osservatorio ha inteso programmare per il 7 agosto 2018 presso l’Anfiteatro del lungomare – Lido Sant’Angelo – data in cui si darà luogo alla presentazione del nuovo libro del prof. Luigino Sergio dal titolo “La fusione dei comuni in Calabria: dalla normativa alle opportunità di sviluppo territoriale. Il nuovo comune Corigliano-Rossano” con premessa del presidente dell’Osservatorio.

Infine, l’Osservatorio sottolinea il dato di elevata partecipazione allo sportello del cittadino ideato e curato dal responsabile della comunicazione social Giuseppe Pacenza: «Ad oggi – afferma- ci sono 3212 membri sulla pagina facebook destinata alle segnalazioni che provengono dai cittadini. Flusso in graduale crescita: 2291 membri sono costantemente attivi e commentano, condividono e leggono» Lo staff gestisce un profilo twitter e vanta tra i suoi follower illustri personaggi e testate giornalistiche di caratura nazionale. Prossimamente sarà on-line anche un sito ufficiale dell’Osservatorio.

 

                                          UFFICIO COMUNICAZIONE OSSERVATORIO 

(comunicato stampa)

INFO.

“Osservatorio Permanente sulla Gestione e gli Effetti della Fusione Corigliano-Rossano”
C.da Momena, snc – presso Hotel Roscianum
87067 – Corigliano-Rossano (CS)
Facebook: coriglianorossano.osservatorio
Twitter: COROsservatorio;
Mail: coriglianorossano.osservatorio.gmail.com;
Pec:  coriglianorossano.osservatorio@pec.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *