Corigliano-Rossano: in tre rapinano un connazionale, finiscono dietro le sbarre

I carabinieri di Corigliano

Agiscono in tre contro un connazionale. Gli puntano contro un coltello e lo colpiscono a calci e pugni per sottrargli la consistente somma di 4mila euro, poi di danno alla fuga. Il malcapitato, nel frattempo, finisce in pronto soccorso dove i sanitari riscontrano gravi lesioni. È accaduto nelle ultime ore a Corigliano dove i carabinieri sono riusciti a risalire ai presunti autori acquisendo testimonianze e riscontri. Finiscono dietro le sbarre tre giovani extracomunitari di origine marocchina,  rispettivamente di 25 anni, 23 anni e 31 anni, per il reato di rapina aggravata in concorso.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno rilevato le prime informazioni dalla vittima per poi dar vita alle indagini. Scattano subito diverse perquisizioni domiciliari e personali a Schiavonea. In particolare l’attenzione viene posta sin da subito su una palazzina abitata da extracomunitari.  La vittima riconosce  uno dei rapinatori, in particolare quello che gli aveva sottratto materialmente i soldi che teneva in tasca, mentre degli altri due riconosce il timbro di voce, essendo stato ripetutamente minacciato in lingua araba. Tali versioni hanno trovato conferma in altre  testimonianze che confermano il fatto che il gruppetto di extracomunitari era uscito insolitamente in piena notte, per fare rientro poco più tardi. Supponendo il concreto  pericolo di fuga dei tre soggetti fermati, è stato emesso un provvedimento  di  fermo di indiziato di delitto nei confronti dei tre uomini, traducendoli presso la Casa Circondariale di Castrovillari.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *