Corigliano. Dimissioni assessore Capalbo, Geraci accoglie o rigetta?

Giuseppe Geraci

Corigliano – I ritardi sugli addobbi natalizi producono effetti sul piano politico. Una parte dei consiglieri comunali di maggioranza chiede le dimissioni dell’Assessore Alessandra Francesca Capalbo, nominata Assessore con delega al Marketing e Promozione Turistica, Sport, Spettacolo e Grandi Eventi, ed ecco che le stesse giungono sul tavolo del sindaco Giuseppe Geraci. Che dovrà ora valutare se accogliere, congelare o respingere l’atto di dimissioni dell’amministratrice di sua fiducia. Per gli addetti ai lavori si tratta di un colpo basso rivolto proprio al primo cittadino a cui è stato forse trasmesso un messaggio implicito. Geraci dal canto suo valuterà nei prossimi giorni il da farsi discutendo con la stessa maggioranza circa l’accaduto. I ritardi sulle luminarie non sono addebitabili alla responsabilità dell’assessore Capalbo ma una serie di fattori concomitanti, fanno sapere dal palazzo di città. Ecco la lettera trasmessa dalla Capalbo a Geraci: “… viste le ultime tensioni, rimetto nelle mani del Sindaco On. Giuseppe Geraci il mio mandato, fiduciosa di aver svolto con coscienza, professionalità e trasparenza l’attività dell’Assessorato.
Con stima e fiducia, la stessa con cui Lei, in prima persona, e coloro che hanno sostenuto la mia nomina avete voluto affidarmi questo importante Ufficio, mi sento di lasciarLa moralmente libero di revocarmi o di riconfermarmi.
Tengo a sottolineare che il ruolo da me ricoperto non è stato mai politico e/o decisionale, ma puramente tecnico e organizzativo e che ogni azione di questo Assessore è stata sempre preventivamente vagliata e validata dalla Sua persona. Pertanto, ritengo che la questione creatasi non sia di carattere gestionale, ma semplicemente politica.
Per concludere, Le esprimo il mio rammarico per quanto accaduto, certa di aver adempiuto pienamente alle responsabilità della carica ricoperta e di aver ottemperato fedelmente alle Vostre scelte politico/amministrative – mai messe in discussione – rimanendo sempre e comunque nel mio ruolo di tecnico e non di politico. Soddisfatta per il lavoro svolto per quest’Amministrazione e principalmente per la mia Città di Corigliano Calabro, consapevole che molto e meglio si sarebbe potuto fare, avendo avuto a disposizione risorse economiche, logistiche e umane adeguate allo scopo, oltre che a un clima sereno e collaborativo degli attori presenti, resto a Sua completa disposizione”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.