CORIGLIANO, AUTO NEL CANALONE ARRESTATO IL FUGGITIVO

CORIGLIANO – Rintracciato e arrestato l’uomo che, alla guida di una Peugeot 206, lo scorso 21 gennaio era sbandato finendo nel canalone che costeggia la statale 106 jonica. Il passeggero, Artene Lucian Costel, moriva sul colpo mentre il conducente si era dato alla fuga. I carabinieri della Compagnia di Corigliano lo hanno tratto in arresto lunedì sera, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Castrovillari. Si tratta di Antonjo Gega, trentenne di nazionalità albanese, accusato di: resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione, omissione di soccorso, omicidio colposo e tentato omicidio nei confronti di un militare dell’Arma. L’auto non si era fermata all’alt dei carabinieri, dando vita all’inseguimento conclusosi in tragedia nel canalone a pochi passi dal Pala Brillia. Sul posto erano intervenuti i sanitari del 118, i vigili del fuoco e i carabinieri. All’interno del veicolo era stato rinvenuto un fucile da caccia, rubato precedentemente ad Amantea, ealcune matasse di rame provento di un furto ai danni dell’Enel, perpetrato poche ore prima. Al momento dell’arresto, in seguito a perquisizione personale e veicolare, Gega è stato trovato in possesso di un coltello da macellaio e di una ricetrasmittente che si ritiene utilizzasse per comunicare con i propri fiancheggiatori.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *