Civita. Servizio civile, 10 giovani coinvolti in due progetti



Civita – A giorni partiranno i due progetti di servizio civile promossi dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Alessandro Tocci e dagli assessori Vincenzo Mastrota (vicesindaco) e Vincenzo Oliveto. “Dieci giovani, tra i 18 e i 28 anni, saranno impegnati, per 12 mesi, nel servizio civile e potranno arricchire le proprie competenze da poter spendere nel mondo del lavoro. Sei giovani saranno impiegati nel progetto “Stai Allerta” e quattro nel progetto “Marinella amica in Rete”. Il termine per la presentazione delle domande di iscrizione scadrà alle ore 14 del prossimo 10 ottobre. Quest’anno, tra le altre cose e per la prima volta, la candidatura dei giovani avverrà esclusivamente in modalità on-line grazie a una specifica piattaforma, raggiungibile da PC fisso, tablet o smartphone, cui si potrà accedere attraverso SPID, il “Sistema Pubblico d’Identità Digitale”. Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere, negli orari d’ufficio, presso la sede del Comune di Civita o consultare il sito ufficiale del Comune all’indirizzo www.comune.civita.cs.it.

A renderlo noto è il vicesindaco nonché assessore al Servizio Civile e Demografico, all’Agricoltura e alle Innovazioni tecnologiche, Vincenzo Mastrota. “Con l’attivazione del progetto Stai Allerta che prevede l’utilizzo per 12 mesi di sei giovani, vogliamo concorrere – ha spiegato il vicesindaco del borgo italo-albanese, Vincenzo Mastrota – alla promozione della cultura del rispetto del territorio come strumento per ridurre il valore di rischio, ossia di migliorare la tutela dell’integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l’ambiente dai danni derivanti da calamità naturali, da catastrofi e da altri eventi calamitosi. Saranno verificate e mappate, tra le altre cose, tutte le aree colpite da roghi e le aree a rischio del territorio civitese. Tutte le attività – ha sottolineato il vicesindaco di Civita – saranno realizzate con l’obiettivo di coinvolgere e rendere protagonisti tutti i volontari impiegati nel progetto, in modo particolare i volontari a bassa scolarità, favorire la crescita personale del giovane volontario attraverso la sperimentazione di una dimensione di vita comunitaria basata sulla condivisione e sulla partecipazione. Con l’attivazione del progetto “Marinella amica in Rete”, che vedrà il coinvolgimento di quattro giovani, ci siamo proposti – hanno illustrato il primo cittadino, Alessandro Tocci, e il vicesindaco Vincenzo Mastrota – l’obiettivo di potenziare i processi di sostegno, supporto e inclusione sociale di persone e interi nuclei familiari disagiati e di superare e attenuare, attraverso la promozione di processi di socializzazione e inclusione sociale, i pregiudizi culturali. I quattro volontari saranno occupati – hanno evidenziato i due amministratori di Civita – nell’azione sociale al fine di soddisfare i bisogni dei meno abbienti attraverso l’aiuto, il sostegno e il trasporto di minori e anziani in difficoltà, oltre che l’orientamento alle strutture sanitarie e ai servizi di assistenza” (Comunicato stampa).

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.