Carcere Rossano. Detenuto tenta suicidio, tragedia evitata

rossano

La Casa di Reclusione di Rossano

Corigliano Rossano – Il 27 febbraio, nella casa di reclusione di Rossano, nel turno pomeridiano, un detenuto straniero, ristretto nel circuito media sicurezza, ha tentato il suicido tramite impiccagione. Solo grazie al pronto intervento del personale di polizia penitenziaria addetto alla vigilanza della sezione – affermano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Damiano Bellucci, segretario nazionale – è stata evitata la tragedia. Ricordiamo che ogni anno nelle carceri italiane circa 1200 detenuti tentano il suicidio e vengono salvati dalla polizia penitenziaria. Preoccupa la situazione del carcere rossanese, dove manca una guida autorevole. Come già denunciato il direttore fa due accessi alla settimana, perché dirige altro istituto, ma a volte capita che pur essendoci in forza un dirigente della polizia penitenziaria e un funzionario, anch’essi siano contemporaneamente assenti e l’istituto venga guidato da un Ispettore. Riteniamo sia giunto il momento che i vertici dell’amministrazione mettano seriamente mano a una adeguata riorganizzazione, attraverso gli opportuni avvicendamenti.

(comunicato stampa)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.