Quarto pareggio consecutivo in campionato per la Morrone. Come nelle altre uscite stagionali, eccezion fatta per la gara di Bocale che si recupererà l’11 novembre, la truppa di Infusino ha raccolto meno di quanto seminato. Il migliore in campo è stato il portiere avversario Iozzi che ha blindato la sua porta con degli interventi di ottima fattura specialmente nella ripresa.
Soltanto Stranges, con una vera e propria chicca balistica, è riuscito a bucarlo e a ristabilire il punteggio di parità dopo il gol di Bernardi.
MODULI A SPECCHIO. Sia Infusino che Fanello scelgono il 4-3-3. I padroni di casa posizionano De Rose e D‘Acri ai lati della coppia di marcatori De Luca-Filippo. Il centrocampo è quello tradizionale, davanti ci sono anche Amendola e Azzinnaro. I giallorossi affidano la cabina di regia a Gaudio e giocano con tre over nel pacchetto arretrato. Bernardi, invece, fa l’ala destra.
MEGLIO LA MORRONE, LAMPO SAMBIASE. I granata macinano gioco, il Sambiase cerca invece di rubare palla per imbastire poi le sue trame. In mezzora sono quattro le occasioni in cui i cosentini sfiorano il vantaggio. Filippo spedisce fuori da buona posizione dopo una carambola su calcio d’angolo (11’), Iozzi inizia gli straordinari chiudendo su Stranges (27’), Iudicelli si vede deviato in corner un diagonale a botta sicura (30’) e Azzinnaro conclude alto da buona posizione dopo un triangolo con Amendola (32’). Poco dopo, come la regola non scritta più antica del calcio insegna, passano gli ospiti con un cross di Bernardi che, beffardo si insacca in rete senza deviazioni. A fallire il pari è Amendola che da due passi, ben assistito da Vitale, spreca.
SUPER STRANGES. Stranges da un lato e Azzinnaro dall’altro mettono a dura prova la retroguardia di Fanello una volta rientrati dagli spogliatoi. Iozzi dice di no a quest’ultimo con un volo plastico, ma deve arrendersi ad un sinistro a giro, meraviglioso, che si insacca nel sette. L’asse tra i due fantasisti della Morrone è di ferro, così come è strenua la resistenza del pipelet ospite quando si distende e nega la doppietta personale all’ex Cavese, che poco prima aveva fatto la barba al palo in girata. Il finale, però, vede il Sambiase premere. I giallorossi tentano il colpaccio poggiandosi sul centravanti argentino, ma non vanno oltre qualche tiro dalla bandierina.

Il tabellino:
MORRONE (4-3-3): Andreoli; De Rose, De Luca, Filippo, D’Acri; Iudicelli (34’ st Nicoletti), Cardamone, Vitale; Azzinnaro, Amendola (22’ st Trombino), Stranges (25’ st Mazzei). A disp.: Farina, Pansera, Barbieri L., Salerno, Barbieri M., Maggi. All.: Infusino
SAMBIASE (4-3-3): Iozzi; Chiodo, Mirabelli, De Nisi, Mascaro (35’ st Flordelmundo); Foderaro, Gaudio, De Fazio; Bernardi, Lazzarini (45’ st Piemontese), Di Maria (20’ st D’Angelo). A disp.: Falsetti, Giampà, Martino, Marrella, Torchia, Pesce. All.: Fanello
ARBITRO: Fede di Rossano
MARCATORI: 39’ pt Bernardi (S), 8’ st Stranges (M)
NOTE: Ammoniti: Filippo (M), Mascaro (S), Bernardi (S), Iudicelli (M), D’Acri (M). Angoli: 8-7 per la Morrone. Recupero: 2’ pt – 5’ st (Comunicato stampa – foto di Salvatore Mannarino)