Attacco informatico al sito di informazionecomunicazione.it, disagi in corso. Ci scusiamo con l’utenza

Nella giornata di mercoledì 16 dicembre 2020 il nostro sito web ha subito un attacco informatico che ha cancellato intere sezioni, impostazioni grafiche e contenuti. La compromissione finanche degli ultimi backup, interni e remoti, ha reso impossibile il ripristino integrale del sito web che, appena la scorsa estate, era stato oggetto di un innovativo restyling a cura degli specialisti di Codex Agency, che ringraziamo ancora per l’ottimo lavoro svolto, ora irrimediabilmente danneggiato. Così come danneggiati sono purtroppo molti dei contenuti, testuali e audiovisivi, pubblicati sul sito web negli ultimi mesi. La compromissione non ha comportato alcun Data Breach, per cui non si è resa necessaria la comunicazione al Garante della Privacy ma solo alle autorità competenti e alla Security dell’hosting provider.
Pur non riuscendo a comprendere come una piccola realtà quale la nostra possa intercettare le “attenzioni” di eventuali e improbabili “hacker”, cosa che appare a dir poco grottesca se non ridicola, la Security del nostro hosting provider sta analizzando l’accaduto ed è stato dato mandato agli organi di competenza al fine di fare luce sulla vicenda. Altri danni perdurano ancora oggi a causa di anonime segnalazioni prive di fondamento che riguardano Google Adsense il cui sistema blocca gli introiti pubblicitari. Anche su questo I&C ha avviato le procedure che il caso richiede.
L’attacco informatico di dicembre ha determinato dei disservizi, compromettendo inizialmente la visibilità e la fruibilità del sito web, che è stato poi ripristinato in tempi record grazie al supporto di qualificati tecnici e specialisti web. Il ripristino, portato a termine su una precedente versione grafica, fortunatamente conservata e via via “restaurata”, ci ha consentito di non perdere completamente i contenuti degli ultimi mesi, molti dei quali (in particolare quelli antecedenti il mese di maggio 2020) attualmente appaiono con la data esatta di pubblicazione e con la dicitura “aggiornato il 17 dicembre 2020”, data in cui sono state completate le attività di recupero e di migrazione. Invitando i lettori a prendere in considerazione l’effettiva data di pubblicazione dei vari contenuti, ci scusiamo con l’utenza per i recenti disservizi non dipesi dalla nostra volontà.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.