Alto Jonio, Lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità prossimi alla stabilizzazione



Ex Lsu ed Lpu ormai stabilizzati verso l’effettiva equiparazione del salario lavorativo. Grazie alla sensibilità dei Sindaci del Comprensorio ed alla perseveranza delle forze sindacali, gli ex LSU ed LPU ormai stabilizzati, nella giornata di oggi 18 maggio 2022, hanno infatti assunto pubblicamente l’impegno di far sottoscrivere a questi lavoratori l’appendice al Contratto che prevede a loro favore l’integrazione delle ore lavorative e l’integrazione del salario. Ne ha dato notizia, con legittima soddisfazione, il Segretario Comprensoriale della Nidil-Cgil Vincenzo Laurito che ha comunicato l’esito dell’incontro svoltosi oggi presso il Comune di Oriolo. Un incontro, promosso dal sindaco di casa Simona Colotta d’intesa con la Nidil-Cgil e passato, come riferisce lo stesso Laurito, attraverso un’ampia e a tratti aspra discussione che ha visto come protagonisti in particolare i Sindaci dimostratisi finora riottosi a concedere le ore e il salario aggiuntivo reso possibile dalle risorse previste nel Decreto Regionale n. 3183 del 24 marzo scorso a favore di questi lavoratori che, pur essendo ormai in pianta stabile negli organici degli Enti dove svolgono svariate mansioni, percepiscono un salario misero e non adeguato alle esigenze delle loro famiglie.

Dopo ampia e aspra discussione, secondo quanto scrive il Sindacalista della Nidil-Cgil Laurito, con alcuni dei Sindaci dimostratisi finora recalcitranti rispetto alla sottoscrizione dell’appendice al Contratto e la conseguente integrazione dell’orario di lavoro settimanale, superate tutte le loro perplessità e le loro preoccupazioni circa la disponibilità delle risorse finanziarie previste, dopo aver accettato il suggerimento del Sindacato di destinare le risorse ad ogni singolo lavoratore già stabilizzato partendo dall’orario di lavoro in essere, i Sindaci presenti, nonchè il Segretario Comunale Dr. Nicola Di Leo in rappresentanza del comune di Amendolara, si sono convinti a far sottoscrivere l’appendice al Contratto a ciascuno dei lavoratori dipendenti con decorrenza dal primo giugno 2022. “Fermo restando – ha precisato il Segretario Comprensoriale della Nidil-Cgil Vincenzo Laurito – che per il recupero delle ore di lavoro non effettuate a decorrere dal mese di gennaio 2022, giusto quanto previsto dal Decreto-Legge, i Sindaci hanno richiesto un chiarimento al Dipartimento Lavoro della Regione Calabria. Dal canto mio, – ha aggiunto Laurito – ho ribadito che nell’incontro tenutosi giovedì scorso, proprio al fine di superare le riluttanze di alcuni Amministratori e Segretari Comunali, abbiamo chiesto la convocazione urgente dei Sindaci finora inadempienti i quali, nonostante abbiano partecipato alla manifestazione di interesse, non hanno ancora provveduto alla stipula del nuovo Contratto, condizione necessaria, questa, per avere le risorse finanziarie previste, cioè 18mila euro all’anno per ogni lavoratore dipendente”.

Pino La Rocca

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.