A lezione di arbëreshë. Studenti del “Green-Falcone/Borsellino” in visita a Santa Sofia D’Epiro


Santa Sofia D’Epiro – A lezione di minoranze e di educazione ambientale. Venticinque studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “N. Green-Falcone e Borsellino” dell’Area di Corigliano, guidato dall’ing. Alfonso Costanza, sono stati in visita a Santa Sofia D’Epiro per conoscere gli aspetti culturali delle minoranze etnico-linguistiche e per una lezione di botanica sulle riserve naturali del territorio.

Accompagnati dai docenti Domenico Gradilone e Maria Amato, i ragazzi sono stati presso Palazzo Bugliari, ove è collocato il Museo del territorio e del costume arbëreshë. Il museo espone la ricostruzione fedele e completa della vestizione delle donne albanesi, che comprende vestiti giornalieri, di festa, di mezza festa nuziale e di lutto. Dopodiché, il giro è proseguito nella biblioteca civica “Angelo Masci”, che possiede un patrimonio librario di 7.000 unità e dove è presente la sezione dedicata alle Minoranze etnico-linguistiche in Calabria, tra le quali anche quelle dei Greci e degli Occitani. Ma particolare attenzione è dedicata alle etnie Albanesi in Italia: ben 1.500 titoli infatti sono volumi in lingua albanese, tedesca e inglese.

Tappa che non poteva essere saltata è stata quella presso la chiesa madre cattolica di rito greco-bizantino, che è dedicata a Sant’Atanasio il Grande, vescovo e dottore della chiesa, eretta nel 1742 in stile neoclassico con unico navata e con abside quadrata.

Nell’ultima parte della visita istruttiva, gli allievi hanno visitato il laboratorio di botanica ove la responsabile, la dott.ssa Flavia Curcio, ha presentato e descritto le comunità vegetali presenti nella Riserva “Lago di Tarsia” e in quella “Foce del fiume Crati”, impartendo una minuziosa lezione di educazione ambientale.

Accoglienza e ospitalità sono state assicurate dal Cicerone d’eccezione, il dipendente comunale di Santa Sofia D’Epiro, Franco Miracco, che ha guidato gli studenti e i docenti durante l’interessante e piacevole giornata trascorsa nel ridente paesino italo-albanese.

Un comune quello di Santa Sofia d’Epiro – che conserva ancora oggi le tradizioni impartite ai padri albanesi, quali l’antica lingua, il rito bizantino-greco, proprio degli arbëreshë, i costumi e gli usi albanesi – una riserva naturale incastonata nella Sila Greca cosentina, che rappresenta un inestimabile patrimonio da esplorare e apprezzare.

Tali visite scolastiche rappresentano oltre che un momento didattico e culturale altamente valido, soprattutto una significativa opportunità educativa e formativa perché offrono l’occasione di approfondire culture diverse dalle nostre ma che comunque fanno parte della storia del nostro territorio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.