Violenza sulle donne, caffè bollente sul corpo. Una denuncia per stalking



omicidio cariati

Il Tribunale di Cosenza

Divieto di avvicinamento e ai luoghi da lei frequentati nei confronti di un uomo, P.S., cinquantaseienne di Cosenza, poiché ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia edi stalking. Il provvedimento è stato emesso dal Gip del tribunale di Cosenza e reso esecutivo dagli uomini della Questura di Cosenza.  Le accurate indagini esperite degli investigatori della 3^ Sezione “Reati contro la persona, in danno dei minori e reati sessuali” della Squadra Mobile hanno permesso di acclarare le ripete ingiurie, minacce e violenze dell’uomo verso la propria compagna, violenze scaturite tutte per futili motivi; in un’occasione il reo aveva persino afferrato la povera donna per il collo, buttandole in faccia del caffè bollente.

L’uomo, incapace di accettare l’inevitabile fine della relazione, aveva iniziato anche a pedinarla fino alla propria abitazione ed al luogo di lavoro, minacciandola e tempestandola ossessivamente di telefonate ed sms.

Oltre che dei reati di maltrattamenti in famiglia e di atti persecutori l’uomo è stato indagato anche per il reato di tentata violenza sessuale poiché, in una occasione, dopo averla ingiuriata e percossa, aveva cercato di abusare sessualmente della stessa contro la sua volontà, non riuscendo nell’intento solo perché la donna, divincolarsi, era riuscita a chiedere aiuto sull’utenza di emergenza 113 alla Polizia di Stato.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.