Violenza di genere, il contributo del Movimento per la vita: Occorre un approccio integrato

Luana Campa

CORIGLIANO-ROSSANO  – 21esima Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. La lotta alla violenza di genere deve essere affrontata in maniera trasversale, con un approccio integrato che si rivolga ai giovani, alle famiglie e alla scuola. Per combattere soprusi contro le donne ed i bambini bisogna interrompere la sua trasmissione intergenerazionale. Un bambino che è vittima di violenza diretta da parte di un genitore o assiste alla violenza del padre verso la madre ha una probabilità più elevata da grande di perpetuare la violenza. E una bambina vittima di violenza da piccola ha una probabilità più elevata di essere vittima di violenza da adulta. Le donne ricordino che il primo schiaffo è uno schiaffo di troppo!

È quanto dichiara l’avvocato Luana Campa, criminologa ed attivista per i diritti della donna di fama nazionale che il Movimento per la Vita di Corigliano-Rossano ha nominato in questi giorni Presidente onorario del sodalizio.

Siamo certi – sottolinea il Presidente Natale Bruno – che la Campa porterà un contributo preziosissimo alla mission del nostro Movimento, da sempre in prima linea sulla promozione e la tutela dei diritti inalienabili della persona. La ringraziamo sin d’ora per il fattivo ed inestimabile contributo che darà al processo di crescita e di consolidamento territoriale del nostro Movimento, ormai punto di riferimento non solo locale.

Avvocato penalista e criminologa pugliese, residente a Roma, Campa è Direttore Scientifico dell’Associazione La Giusta Difesa. Da sempre fortemente impegnata nel sociale e nella tutela dei diritti dei più deboli, è promotrice di una proposta di legge sul femminicidio. Docente e relatrice in corsi e convegni specialistici, è stata destinataria del prestigioso premio Fiocco Bianco, onorificenza nazionale ricevuta nel corso della sua carriera, assegnata a personalità del mondo della giustizia, dell’informazione, delle istituzioni, delle pari opportunità e della cultura che si sono distinte per la promozione del ruolo della donna e contro ogni violenza e discriminazione di genere.

Il nome di Luana Campa tra i presidenti onorari del Movimento per la Vita, va ad aggiungersi a quelli di prestigio di Serafina Urso, Carlo Casini, Francesco Saverio Ardito, Antonino Monteleone, S.E. Mons. Giuseppe Satriano, Giampiero Calabrò, Mario Smurra, Silvio Licciardi.

Dobbiamo smarcarci dagli stereotipi, rovesciare le antiche piramidi di potere, essere libere di scegliere la nostra strada. In Italia – aggiunge Campa – sono ancora troppe le resistenze culturali. Tutti noi dobbiamo difendere la sacralità e l’inviolabilità della vita in tutte le sue fasi, sin dal concepimento e fino all’ultimo respiro. Bisogna tutelare le gestanti in difficoltà (spesso giovanissime) che vivono situazioni di grave abbandono, che hanno bisogno di accoglienza e sussidi economici. Credo da sempre nel valore della solidarietà. Guardare soltanto a noi stessi, al nostro piccolo mondo particolare, è fallimentare. Potremo farcela solo se saremo disponibili gli uni verso gli altri (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.