Villapiana, la comunicazione istituzionale non è solo maggioranza!



VILLAPIANA «Una pagina dedicata alla comunicazione istituzionale non può essere “di parte”, a beneficio cioè della sola Maggioranza ed essere usata come una fonte di propaganda di regime ma, per essere obiettiva e credibile, deve essere plurale e dare spazio anche alla Minoranza». Lo sostiene Ilaria Costa ex candidata a sindaco della Lista “Villapiana Domani” dopo aver preso visione di un “video” pubblicato sulla pagina istituzionale del comune di Villapiana dall’assessore Stefania Celeste la quale, nel replicare alle sue critiche, ha omesso di pubblicare i contenuti dei numerosi rilievi mossi dalla Costa stessa, per cui i cittadini hanno potuto ascoltare la risposta dell’assessore ma non prendere visione delle critiche della Minoranza. Con questo intervento l’avv. Costa in realtà ha finito per aprire un forum di discussione sulla comunicazione istituzionale che interessa il comune di Villapiana e, per la verità, un po’ tutti quei Comuni che, ritenendo ormai il web l’unico “mantra” attraverso cui propagandare la propria attività amministrativa, pensano di comunicare direttamente con i cittadini attraverso una pagina istituzionale o attraverso “veline” preconfezionate che finiscono per essere di parte “di parte”, chiudendo praticamente ogni possibilità alla Minoranza di interloquire e soprattutto dimenticando che le statistiche attuali confermano che in Italia, e in particolare al Sud, gli internauti purtroppo sono solo una Minoranza. Per non parlare di quei comuni, per verità sempre più numerosi, che affidano la comunicazione ad agenzie di comunicazione o a singoli operatori dell’informazione i quali, fatte le debite eccezioni, essendo pagati dall’ente, enfatizzano solo quello che di buono fanno gli amministratori, finendo così per propinare un’informazione distorta e poco obiettiva e dimenticando completamente che le risorse impegnate per pagare i solerti “comunicatori” sono a carico dell’intera comunità e non solo degli amministratori in carica. Accusata di superficialità e di aver dato fiato alle critiche senza documentarsi sufficientemente, Ilaria Costa comunque replica affermando che: «Sarebbe stato auspicabile – ha scritto l’avv. Costa – che il sito istituzionale del Comune, prima di dare spazio ed enfasi alla risposta data al nostro manifesto, lo avesse pubblicato, proprio per dimostrare di essere istituzionale e per dovere di completezza e onestà intellettuale». Secondo la portavoce di “Villapiana Domani” il sito del Comune, proprio perché istituzionale, dovrebbe essere imparziale verso tutte le forze politiche, ivi compresa la Minoranza. «Per chi fa informazione – incalza l’avv. Costa – non è tollerabile che si amplifichi solo chi ha già il potere dei numeri dalla sua. Ad ogni modo, – ha aggiunto l’ex competitor del sindaco Montalti – con la nostra presunta superficialità abbiamo evidenziato delle carenze che sono sotto gli occhi di tutti e rispetto alle quali non abbiamo ricevuto alcun riscontro… Superficialità – aggiunge la Costa ribaltando l’accusa di superficialità è stato limitarsi a fare propaganda senza scendere nel merito delle carenze evidenziate. Superficialità è sponsorizzare, addirittura con una conferenza stampa, il proprio operato. Caro assessore – ha concluso Ilaria Costa – lavorare per il bene comune è un tuo dovere: non è perciò un grande merito ma solo la normalità».

(fonte: La Provincia di Cosenza)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.