In fila da domenica sera per la ‘caccia’ al ticket, per ‘accaparrarsi’ gli ultimi posti ai corsi di laurea. Tutto ciò si è trasformato in una vera e propria rissa, con tanto di persone adulte che “hanno preso per la gola ragazzini di 20 anni”. Questo è quello che ci hanno segnalano gli spettatori dello splendido scenario, cui hanno assistito questa mattina, presso l’Unical. Il tutto è accaduto  davanti le aule della segreteria del Centro Residenziale dove “l’ammissione – scrive sulla sua pagina facebook il Presidente del Consiglio degli Studenti-Consigliere d’Amministrazione, Domenico Tullino – per i nuovi studenti è affidata all’ordine di arrivo. Tutto ciò ha creato una calca che poi è finita in ressa per lacaccia al ticket, con scene che non dovrebbero mai accadere soprattutto in un’università.Questa procedura valida per i posti rimasti scoperti, tutto secondo il gran bel principio dellameritocrazia”Urla, grida, strattonamenti, viene persino tirato via un totem e alla fine si arriva alle mani. I presenti – dichiarano – che il Rettore è stato informato dell’accaduto, ma ancora non si è espresso nel merito. Nel frattempo cresce l’indignazione e il malcontento: “Forse la governance dovrebbe prendere coscienza che non è in grado di gestire un ateneo, e tornarsene a casa”. “La governance invece di pensare alle classifiche è meglio che si concentri ad erogare servizi dignitosi agli studenti, visto che ormai non se ne può più di queste inadeguatezze”. Solo alcuni dei commenti. Già una settimana fa gli studenti ammassati sotto la pioggia in attesa di entrare in una segreteria stracolma di persone si erano lamentati per la pessima organizzazione del servizio. (fonte quiCosenza.it)