Unical. 800 anni dopo la consacrazione del duomo di Cosenza, riaffiorano opere perdute



Il 30 gennaio del 1222 veniva consacrato il Duomo di Cosenza. Ottocento anni dopo, riaffiorano ancora opere perdute e tesori nascosti: un affresco sconosciuto e una sinopia (disegno originale dell’affresco della Madonna posta dietro l’altare) saranno presto restituiti ai fedeli e alla collettività, dopo i lavori di restauro a cura del Corso dì laurea in Conservazione e restauro dei beni culturali dell’Università della Calabria.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.