Un movente passionale dietro l’omicidio di Lisa Gabriele a Montalto Uffugo, la svolta dopo 17 anni

Secondo gli inquirenti, il movente sarebbe da ricondurre all’esasperata volontà dell’ex poliziotto di interrompere la relazione con la 22enne. L’uomo era sposato e da poco aveva avuto un figlio

All’origine dell’omicidio di Lisa Gabriele, avvenuto nel 2005, vi sarebbe un motivo passionale. Lo avrebbero accertato i carabinieri del comando compagnia di Rende che stamani hanno arrestato Maurizio Abate, ex poliziotto. L’uomo è accusato di omicidio doloso premeditato, aggravato dai futili motivi ed in concorso con un’altra persona ignota. Dovrà rispondere anche di spaccio e cessione di sostanza stupefacente nei confronti del figlio. Il fatto era stato archiviato contro ignoti nell’ottobre del 2009. La svolta investigativa il 22 ottobre 2018 quando era giunto alla Procura della Repubblica di Cosenza un esposto anonimo nel quale si ripercorreva la vicenda della morte di Lisa Gabriele e venivano indicati particolari noti soli agli inquirenti, risultati veritieri. I primi riscontri, operati dai carabinieri di Rende, hanno permesso alla Procura della Repubblica di riaprire le indagini.

Fonte Lacnews24

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *