bosco piana caruso

Il Circolo UDC di Piana Caruso denuncia l’abbandono completo delle zone montane della Città da parte dell’Amministrazione Comunale di Corigliano – Rossano: rileviamo, infatti, un’assoluta mancanza di programmazione nella gestione della nostro territorio collinare e montuoso, che, dopo essere stato condannato a trascorrere una Stagione Estiva da incubo, tra mancanza di acqua e abbondanza di rifiuti, si accinge ora ad affrontare una difficile Stagione invernale, nell’indifferenza totale del Sindaco e della Giunta, non pervenuti a queste altitudini. Evidentemente, essi ignorano l’esistenza di un territorio, dove natura e ambiente incontaminato rappresentano un prezioso valore aggiunto, e che, in quest’anno particolare, potrebbe rappresentare un riferimento sicuro per molti cittadini, alle prese con il Coronavirus e alla ricerca di un posto tranquillo dove trascorrere serenamente i mesi difficili che ci attendono.

Un territorio, quello montano della nostra Città, che, ricordiamolo, è parte integrante del Parco Nazionale della Sila, ricco di boschi, frutteti, torrenti, ruscelli, percorsi naturalistici, fauna selvatica, insomma tutto ciò di cui anche gli abitanti delle Città del Nord, invase dalla Pandemia, sono alla ricerca, per ritrovare la propria tranquillità, considerate anche le possibilità offerte dallo smart working per lavorare a distanza. Insomma, un terreno fertile per una seria programmazione e per una qualificata attività di marketing e di attrazione turistica, che diventa, però, un deserto, in mano ad Amministratori incapaci. E, con l’arrivo dell’Inverno, l’isolamento, cui questo territorio è condannato dall’inadeguatezza dell’attuale Giunta, è ancora di più penalizzante per i cittadini che vi abitano, privi di qualsiasi servizio, o anche per chi voglia semplicemente salire in collina a farsi una passeggiata: con l’arrivo del maltempo e delle prime nevicate, considerata la mancanza di manutenzione delle strade, le carreggiate diventano ben presto inagibili, e frequenti sono le interruzioni dell’energia elettrica, a causa della caduta, sui cavi, di arbusti e rami, non potati e appesantiti dalla neve.

Il Circolo UDC di Piana Caruso, raccogliendo gli sforzi già in atto da parte degli amanti della montagna, nonché dei residenti nel territorio montano anche nella Stagione invernale, lancia un appello a tutti i cittadini di Corigliano – Rossano per progettare assieme un percorso di rilancio di questa importante porzione della Città, promuovendo un network di competenze ed esperienze, con la partecipazione di Volontari, Associazioni, Esperti, e con il contributo di best practices regionali ed extra-regionali. Ciò potrà consentire di attivare un tavolo tecnico permanente di lavoro, finalizzato ad individuare progettualità idonee e finanziamenti a sostegno, per incentivare i cittadini ad abitare e valorizzare le zone montane, in quanto aree di sviluppo di nuova imprenditorialità ed elementi attrattivi di un turismo di qualità, basato su specifici punti di forza, quali: la protezione dell’ambiente, la riscoperta della residenzialità tradizionale, la proposta di nuovi e alternativi modelli di ricettività, la ristorazione e le produzioni agroalimentari tipiche, l’allevamento di animali da cortile e da pascolo, l’utilizzo del tempo libero, la pratica di sport outdoor.

Su questo percorso, noi ci impegneremo e lavoreremo con la collaborazione di tutti, nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, per gettare le basi di un’autentica riscoperta da parte di cittadini e turisti del nostro territorio montano.

comunicato stampa