Tribunale Diritti del malato con Magna Graecia. Appello agli Amministratori

Platea Crotone – COMITATO MAGNA GRAECIA

Cittadinanzattiva—Tribunale per il Diritti del Malato, assemblea di Crotone, avendo valutato il progetto relativo alla costituenda Provincia Jonica del Nord Est Calabria, guidata da due capoluoghi, CORIGLIANO ROSSANO e CROTONE, denominata “Magna Graecia “, ritenendo tale progetto valido per garantire servizi e prestazioni ai cittadini residenti nelle aree del Crotoniatide e della Sibaritide, aderisce pienamente alla sua realizzazione.

La creazione della provincia Magna Graecia rappresenterebbe una equa redistribuzione territoriale con i suoi 405 mila abitanti e creerebbe equilibrio nel rapporto con le altre aree.

Questo territorio, a vocazione agricola- turistica, che ha molto in comune a partire dalla sua storia, potrebbe diventare una Provincia non più subalterna  ma volano di una nuova politica capace di dare, attraverso le sue tante peculiarità, il giusto e agognato sviluppo socio-economico dell’area.
Tra i tanti altri obiettivi, notevole sarebbe la creazione di un’unica ASP che avrebbe i requisiti demografici per ospitare un Hub  suffragando la domanda sanitaria di questa vasta area per i tanti pazienti che sono costretti, molto spesso, ad emigrare verso Strutture Sanitarie del Nord.

Cittadinanzattiva-Tribunale per i Diritti del malato, invita amministratori, associazioni e singoli cittadini ad aderire a questo grande progetto per essere protagonisti della propria storia e non succubi di una politica miope fin qui perpetrata a danno del Crotoniatide e di tutto il territorio Jonico del nord.
Non poche sono state le lotte finalizzate alla creazione delle infrastrutture che diano luogo ad una mobilità sicura; dei servizi sanitari capaci di soddisfare il bisogno di salute dei residenti di queste aree, per non parlare dalla mancanza di politiche atte a dare uno sviluppo alle economie locali che risultano soccombenti.
Assistiamo inermi allo spopolamento delle nostre realtà, specialmente quelle montane, perché i nostri giovani sono costretti a spostarsi al Nord o all’estero per crearsi una realtà lavorativa e familiare.Dobbiamo invertire la tendenza, il tempo della speranza è finito, abbiamo bisogno di certezze.

Ines Maroni  Coordinatrice Cittadinanzattiva
Pietro Spampinato Responsabile TDM.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *