Trebisacce: i sedicenti candidati pentastellati lo sono a titolo personale

TREBISACCE Elezioni amministrative: i 5Stelle chiariscono la posizione del Movimento precisando che i candidati sedicenti pentastellati presenti nelle due liste non rappresentano il Movimento di Grillo ma sono da ritenersi candidati a titolo personale. «Il Meetup “Trebisacce il MoVimento” – si legge in una nota non firmata – è relativamente giovane e le proprie forze, in termini di personale, non sono tali da consentire la formazione di una lista. Motivo per cui, al fine di non generare confusione nella popolazione, si sottolinea che – si legge testualmente nel messaggio rivolto sia agli elettori che agli stessi candidati che si dichiarano pentastellati – la partecipazione e l’adesione alle due liste “civiche” da parte di iscritti tanto al MoVimento 5 Stelle quanto al Meetup cittadino, avvenga esclusivamente a titolo strettamente personale». E questo perché, secondo quanto si legge ancora nella nota, il Movimento 5Stelle, quando ne valuta l’opportunità partecipa alle competizioni elettorali con proprie liste e propri candidati che vengono di volta in volta scelti secondo le regole interne della “purezza” tra cui è essenziale il check-up del casellario giudiziario. Detto questo il Meetup “Trebisacce in Movimento” sfocia sul piano personale e prende le distanze in particolare da un candidato di cui si fa nome e cognome che, pur dichiarandosi simpatizzante del Movimento, secondo detta nota, presenterebbe “divergenze insanabili” con i principi del Movimento. Dopo aver elencato i tre presunti capi d’imputazione, il non meglio identificato Meetup “Trebisacce in MoVimento”, prese le distanze anche da taluni incontri che hanno preceduto la formazione delle liste nei quali qualche attivista avrebbe usato la “bandiera” del Movimento, «si dissocia da marmellate politiche ed apparentamenti con le suddette liste civiche giacché – si legge – non si è avuto alcun riscontro di comunanza e di identità con i rispettivi programmi elettorali. Il gruppo pentastellato – si legge ancora nel documento – continuerà a vigilare sull’operato del futuro esecutivo ponendosi a difesa della cittadinanza tutta e prestando ascolto alle proposte provenienti dai cittadini, dalle associazioni, dalla società civile e commerciale. Sui programmi e sugli obiettivi da portare avanti, – conclude la nota – il M5S è comunque sempre pronto al dialogo con chiunque offra una collaborazione leale e disinteressata, purché le iniziative siano improntate ai principi fondamentali del M5S di lealtà, di correttezza, di trasparenza e validi per ogni campo della vita umana, sociale e politica».

(fonte: La Provincia di Cosenza)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *