Trebisacce. Progetto Mezzogiorno, cresce l’attesa per il grande convegno del prossimo 2 dicembre

TREBISACCE Cresce l’attesa e si moltiplicano le aspettative in vista del grande Convegno in programma venerdì 2 dicembre alle ore 16.00 presso l’Auditorium Comunale della vecchia Fornace nel quale studiosi ed esperti si confronteranno con l’autore del libro “Progetto Mezzogiorno” scritto dall’Ing. Nicola Barone nel 2005 ma reso oggi di grande attualità dalle molteplici opportunità di crescita che il Sud può cogliere attraverso il PNRR che prefigura uno sviluppo fortemente ancorato all’innovazione tecnologica e basato sull’economia della conoscenza.

Il libro sarà dunque al centro di una discussione che si propone di rilanciare i temi legati alle potenzialità di sviluppo del Sud, con focus sull’innovazione e in particolare sulle metodologie e metriche che consentono di misurarla e, quindi, di orientarla sulla base delle specifiche esigenze del territorio. All’importante evento di divulgazione scientifica interverrà il sindaco di Trebisacce Alex Aurelio con un saluto introduttivo a cui faranno seguito gli interventi, oltre che dell’autore del libro, di numerosi studiosi ed esperti tra cui: Florindo Rubbettino, editore del libro “Progetto Mezzogiorno”, Don Francesco Preite Presidente Nazionale “Salesiani per il Sociale”, Nicola Paldino Presidente del Credito Cooperativo Mediocrati, Vincenzo Cesarini Presidente dell’ODCEC, Rosanna Mazzia Presidente dell’Associazione Borghi Autentici D’Italia, Paolo Innamorati Dottore Commercialista, Prof. Franco Rubino del Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche dell’Unical e S.E. Mons. Donato Oliverio Vescovo di Lungro. Modererà i lavori Luca Collodi Caporedattore di Radio Vaticana. In realtà “Progetto Mezzogiorno” anticipa di diversi anni, e quindi con singolare capacità visionaria da parte dell’autore, molti dei contenuti presenti oggi nel PNRR, il piano nazionale di ripresa e resilienza che prefigura un’ambiziosa agenda di riforme e di progetti per la ripartenza dell’Italia. Nel libro, l’Ing. Nicola Barone, figlio emerito dell’Alto Jonio, grande esperto di strategie innovative per le telecomunicazioni, considerato uno dei maggiori esperti internazionali del settore della Net-Economy e profondo conoscitore delle problematiche che riguardano il Sud-Italia, suggerisce l’implementazione delle nuove tecnologie e la valorizzazione delle tante intelligenze presenti, soprattutto giovani, troppo spesso costretti, per potersi realizzare, a trasferirsi al Centro-Nord d’Italia e fadcendo così la fortuna delle altre Regioni. Secondo l’autore del libro, il Sud Italia può ripartire se si punta su iniziative “di sistema” e si coniuga opportunamente l’economia della conoscenza e tutte quelle strategie innovative capaci di valorizzare le culture e le intelligenze del territorio con l’obiettivo ben preciso di far emergere quello che viene definito “il capitale intellettuale sociale territoriale”. Su questo paradigma l’Ing. Nicola Barone ha individuato oltre 50 indicatori di competitività, puntualmente elencati in “Progetto Mezzogiorno”, un libro che, a distanza di oltre 15 anni dalla sua pubblicazione, resta più attuale che mai al punto, oggi, di essere occasione di un grande convegno di studio.

Pino La Rocca

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *