Trebisacce, operazione decoro intorno al Bastione. E salgono a tre le macchine mangia-plastica

TREBISACCE. Migliorare la fruizione dell’antico borgo marinaro, rendendo finalmente libero il Bastione, parte dell’antica cinta muraria che collega centro storico e marina e dal quale è possibile affacciarsi per raggiungere con lo sguardo il golfo di Taranto e l’area costiera della Calabria Jonica. Dopo tutti questi anni di incuria ed abbandono sembrava una missione impossibile, eppure con l’avvio della bonifica delle mura e dei terrazzamenti, da erba alta e sterpaglie, questo obiettivo si comincia ad intravedere.

È quanto dichiara il Sindaco Alex Aurelio informando con il vicesindaco e assessore all’ambiente Nicoletta Tufaro che questa nuova iniziativa si inserisce nel solco delle attività sulle quali l’Esecutivo continua ad essere impegnato per garantire decoro sull’intero perimetro comunale.

In questa prima fase l’area è interessata da una importante azione di taglio e rimozione delle piante eradicate.

Il vicesindaco Tufaro coglie l’occasione per informare che è stata consegnata ed installata davanti alla scuola Pertini una macchina mangia-plastica che si aggiunge alle altre 2 già presenti sul territorio comunale.

La sua funzione, una volta operativa, sarà quella di consentire al cittadino di depositare le bottiglie di plastica ed ottenere buoni sconti da spendere non più nelle attività commerciali, ma – è questo nelle intenzioni dell’Amministrazioni Comunali, ma sulla tariffa della Tari. –

DOMENICA 30 TREBISACCE TAPPA EVENTO PLASTIC FREE. Dopo il successo della giornata ecologica promossa dal Rotaract alla quale ha partecipato anche l’assessore Daniela Nigro, insieme a diversi volontari che hanno raccolto dalla battigia rifiuti e mozziconi di sigarette, domenica 30 si terrà un nuovo evento di sensibilizzazione. Puntuali alle 18,30 davanti al pontile per la giornata ecologica organizzata dal Comune in collaborazione con l’Associazione PLASTIC FREE. Il sodalizio ripeterà l’evento anche a metà settembre.

Comunicato stampa

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *