Trebisacce, molestie all’Ipsia: l’indiziato ritirò la candidatura a sindaco



Persona in vista nella comunità di Trebisacce, il docente dell’Ipsia travolto dalla bufera giudiziaria aveva espresso la volontà di candidarsi a sindaco alle elezioni amministrative del centro jonico cosentino. Ha svolto ruoli importanti nel mondo dell’associazionismo, della cultura e della vita politica, persona stimata a Trebisacce, insospettabile.

Il Tribunale di Castrovillari

Le accuse sono partite da più studentesse, prevalentemente di Sibari, le quali hanno segnalato alcuni episodi ritenuti molesti al dirigente scolastico. Assunte ulteriori informazioni interne, il preside ha trasmesso l’articolato e complesso fascicolo al consiglio di disciplina e all’autorità scolastica regionale. Secondo quanto trapela il dirigente scolastico lo avrebbe invitato a mettersi in aspettativa, in attesa di ulteriori sviluppi, ma l’indiziato si sarebbe opposto facendosi fotografare davanti alla scuola come atto di assoluta innocenza. A questo punto il preside decide per l’invio degli atti in procura. Da qui l’avvio delle indagini. Ed ora l’emissione del provvedimento di custodia cautelare, ai domiciliari.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.