Trebisacce, i due lavoratori del consorzio cedono all’opera di persuasione dell’Arcivescovo Savino

Scendono dal tetto i due lavoratori del consorzio di bonifica di Trebisacce grazie all’opera di convincimento operato dall’Arcivescovo della Diocesi di Cassano Francesco Savino salito con l’autoscala dei vigili del fuoco al fine di sostenere umanamente chi, ormai da mesi, vive nella più assoluta disperazione. Alla fine l’alto prelato è riuscito nell’opera di persuasione e da qualche ora i lavoratori hanno abbandonato il tetto della struttura. Sul posto si sono recati anche le organizzazioni sindacali Cgil-Cisl e Uil e il sindaco di Cassano Gianni Papasso.

Si sta tentando la strada di una qualche soluzione ma non è semplice. È atteso l’arrivo in queste ore dell’assessore regionale all’Agricoltura Gianluca Gallo che avrebbe trovato i fondi per coprire almeno un altro stipendio, ma il conto corrente bancario dell’istituto di credito del consorzio è aggredito da una serie di pignoramenti. Pertanto ogni accreditamento verrebbe intercettato dai creditori. E tra questi colori i quali da anni attendono di ricevere il Tfr.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *