Trebisacce, auto in fiamme in pieno centro. Il sindaco Aurelio:« Pericolosa escalation»

TREBISACCE Altra auto in fiamme, in pieno centro abitato, nel corso della notte tra venerdì e sabato. L’ultima auto andata a fuoco, sempre nottetempo, è stata quella incendiata circa un mese addietro nel corso della Notte Bianca svoltasi tra il 19 ed il 20 agosto scorso. Putroppo non è nè la prima auto ad andare a fuoco e si teme che non si tratti neanche dell’ultima per cui si è detto alquanto sconcertato il Sindaco Alex Aurelio che, attraverso una nota-stampa, ha esternato la sua preoccupazione per l’escalation di un fenomeno preoccupante sul quale occorre fare luce al più presto. Ad andare a fuoco questa notte, secondo quanto ha riferito lo stesso Sindaco, è stata una berlina Opel Astra parcheggiata in via Foscolo, nelle vicinanze di via Prima Piana dove è andata a fuoco l’Audi A 3 di colore bianco (nella foto) nel corso della Notte Bianca.

Questa volta pare non sia stato possibile risalire alla proprietà del veicolo perchè al momento dell’arrivo dei Vigili del Fuoco Volontari di Trebisacce e delle Forze dell’Ordine l’auto risultava priva delle targhe. Ma ormai si dà quasi per scontato trattarsi di proprietari extra-comunitari residenti a Trebisacce.  “Si tratta – ha scritto il primo cittadino nella breve nota-stampa – di episodi che ormai si ripetono, che sono dunque preoccupanti per cronicità e pervasività e che quindi necessitano di una risposta del territorio. Risposta alla quale l’Amministrazione Comunale sta lavorando di concerto con le autorità competenti. La sicurezza urbana, quale bene pubblico teso a garantire la vivibilità e il decoro delle città – ha argomentato il Sindaco Alex Aurelio in quanto responsabile dell’ordine e della sicurezza dei suoi concittadini – è  infatti una priorità e dispiace che avvenimenti di tale gravità, perpetrati per mano di pochi, possano compromettere l’immagine della nostra cittadina e danneggiare così l’intera collettività”.

Pino La Rocca

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.