Territorio in tilt, lungo black out nella Sibaritide

Disagi in tutto il territorio del rossanese e della Sila Greca a causa di un guasto sulla Rete di Trasmissione Nazionale, non gestita dall’Enel. Il tutto è accaduto intorno alle 13 quando si è consumata la disalimentazione di tre Cabine Primarie (Rossano, Caloveto e Cariati) determinando l’interruzione di energia elettrica circa 50.000 forniture. Non potendo temporaneamente disporre dell’Alta Tensione, i tecnici di e-distribuzione hanno subito operato una serie di manovre sulla propria rete per far transitare nell’area quanto più possibile energia elettrica, tramite proprie linee a Media Tensione.
Tali manovre hanno consentito ai tecnici di e-distribuzione di rialimentare, progressivamente, migliaia di forniture presenti in tale area, limitando, così, i disagi per aziende e cittadini.
Al momento restano disalimentate ancora circa 16.000 forniture nei Comuni di Rossano, Mandatoriccio, Cariati, Cropalati Paludi, Scala Coeli, Terravecchia. La completa rialimentazione di tutte le forniture è stata riattivata alle ore 18, ripristinando il disagio. Che ha comportato non pochi problemi agli operatori commerciali, alle postazioni pubbliche e private.
Molti anziani hanno sofferto il caldo, in mancanza degli impianti di climatizzazione. Non risultano tuttavia situazioni drammatiche.
Occorre invece capire le ragioni del black out le cui cause non sarebbero da addebitare ad Enel ma a Terna. Sul punto è opportuna una nota di chiarimento al fine di individuare le responsabilità del servizio pubblico, ritenuto indispensabile sia sul piano della saluta sia sul versante economico/commerciale.

(fonte: La Provincia di Cosenza)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.