Statale 106, Papasso scrive al governo e ai sindaci del territorio

Statale 106, giungono le prime reazioni sul fronte istituzionale: il sindaco di Cassano, Gianni Papasso, ha indirizzato una richiesta per la convocazione di un tavolo di confronto interistituzionale al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio, al presidente della giunta regionale della Calabria, Mario Oliverio, al presidente dell’amministrazione provinciale di Cosenza, Franco Iacucci e per conoscenza, ai colleghi sindaci dei comuni di Albidona, Amendolara, Cerchiara di Calabria, Francavilla Marittima, Villapiana, Trebisacce, Roseto Capo Spulico. L’amministratore “ha evidenziato come le ultime allarmanti e “grottesche” notizie relative al 3° Megalotto della S.S. 106 “Jonica” destano fortissime preoccupazioni. La Calabria e, in special modo la fascia Jonica settentrionale, ha sottolineato, da anni sogna la realizzazione di questa nuova ed essenziale arteria stradale. Un sogno che, ha aggiunto, stando alle ultime notizie di stampa, sembrerebbe destinato a rimanere tale, proprio ad un passo dalla sua realizzazione. Facendo propria la preoccupazione già espressa al ministro Delrio dal Presidente Oliverio, e certo di interpretare il pensiero di tutti gli otto sindaci dei comuni interessati alla realizzazione dell’importante infrastruttura, il sindaco Papasso, ha affermato di sostenere con forza la richiesta già formulata dal Governatore della Calabria, di avviare un tavolo di confronto, al quale chiede che vengano inviatati a partecipare, al fine di poter essere ascoltati, anche i sindaci coinvolti, per discutere insieme delle iniziative da intraprendere. “Questa bella ed importante parte di Calabria, terra ricca di risorse e potenzialità, ha concluso nella missiva Gianni Papasso, non può più aspettare: la nuova S.S. 106 è essenziale per lo sviluppo economico e turistico e per dare speranza” . Sindaci dunque sul piede di guerra. Per martedì prossimo previsto un incontro.

(fonte: La Provincia di Cosenza)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *