Sit-in di protesta a Cariati per la riapertura dell’Ospedale “V. Cosentino”, invocata l’unità territoriale

Un momento della protesta

Sit-in davanti al presidio ospedaliero “Vittorio Cosentino” per la riapertura dell’unico nosocomio esistente tra Corigliano-Rossano e Crotone. Si chiede con forza l’inserimento dello stabilimento jonico nella rete ospedaliera calabrese. Per queste ragioni sarà chiesto un incontro al neo commissario Zuccatelli, già commissario dell’Asp di Cosenza quindi conoscitore della realtà cosentina, affinché si faccia carico dell’esigenza manifestata dagli organizzatori tra cui il movimento Cariati Unita che ha promosso una serie di iniziative con lo slogan «Cariati Svegliatevi». All’incontro ha preso parte anche il sindaco Filomena Greco che ha sottolineato come l’intero jonio sia disconosciuto a Roma e che diventa inutile protestare in loco o bloccare la 106, perché nella Capitale il messaggio non arriva. Bisogna invece recarsi a Roma uniti e compatti. Cariati è in mobilitazione permanente e per domenica prossima è già stata fissata una nuova manifestazione per fare il punto della situazione. Calpestato il diritto alla salute, ancor peggio in questa fase critica di emergenza epidemiologica. Invocata l’unità politica e territoriale per giungere al risultato della riapertura del presidio cariatese la cui utenza, ivi incluso l’intero basso jonio, grava sullo spoke di Corigliano-Rossano già di suo congestionato. All’iniziativa, partecipata, hanno p

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.