Sinergia teatrale Corigliano – Rossano



Area urbana a confronto costruttivo. Anche quest’anno tra gli aspetti principali dell’iniziativa promossa dall’associazione teatrale e culturale Con-Tatto vi è l’intenzione di stimolare il confronto tra gli istituti scolastici di Corigliano e Rossano che hanno aderito al “Progetto Teatro”. Restano sempre fedeli all’etica di Con-Tatto le finalità dell’iniziativa, ovvero la promozione sociale e la valenza didattico-educativa. Non è un caso, infatti, che ogni istituto scolastico, attraverso rappresentazioni diverse, segua un filone unico che è quello della figura femminile, coniugando quelli che sono gli obiettivi principali, ovvero la valorizzazione della donna, dei giovani e del territorio. Il progetto, avviato lo scorso mese di dicembre, è già entrato nella fase operativa e gli studenti sono alle prese con tutti gli aspetti che riguardano l’organizzazione e la messa in scena delle quattro opere teatrali che approderanno sul palcoscenico in primavera. Nello specifico, il Liceo Classico “San Nilo” di Rossano porterà in scena “Antigone” di Sofocle, il Liceo Scientifico di Rossano “Le ire di Giuliano” di Italo Svevo; gli studenti del Liceo Classico “Giovanni Colosimo” di Corigliano sono al lavoro su un testo inedito di Michele Lionetti che ha “rivisitato” l’Alcesti, mentre gli alunni del Liceo Scientifico “Fortunato Bruno” di Corigliano interpreteranno un testo adattato da “I racconti del sogno” e “Il romanzo di Penelope” di Nuccia Benvenuto. “Per me è un’esperienza bellissima – dichiara Francesco Caligiuri, presidente di Con-Tatto – specialmente per il rapporto umano che si è instaurato con gli stessi ragazzi e i docenti Nuccia Benvenuto, Nunzia Rizzello, Gianfrancesco Sapia, Cecilia Martino, Diamante Bruno, Rossella Librandi, che ringrazio per il sostegno nei confronti dell’associazione Con-Tatto e l’impegno con cui si prodigano per i ragazzi. La premura dei dirigenti scolastici, Pietro Antonio Maradei e Adriana Grispo, i quali, nonostante i loro impegni istituzionali, si preoccupano affinché le cose procedano nel migliore dei modi offrendoci piena disponibilità. Mi riempie di gioia l’entusiasmo dei ragazzi e la volontà di portare a compimento questo piccolo grande progetto. L’impegno e la passione con cui ripetono anche una singola battuta è indice di grande determinazione e credo che questo sia l’appagamento maggiore per tutti. È importante credere in quello che si fa, ma è ancora più importante lasciare ai ragazzi una piccola “eredità” come la dizione, per esempio, utile soprattutto nella vita, a prescindere dal teatro. Ecco perché Con-Tatto farà di tutto per la buona riuscita di questa iniziativa, teatrale ma anche di valenza sociale”.
Fondamentale per l’associazione Con-Tatto la valorizzazione dei giovani, in una società in cui, spesso, non si dà alle nuove generazioni la dovuta attenzione: “Gli studenti sono motivati, volenterosi e intraprendenti, hanno tanta fantasia e voglia di fare e di crescere – prosegue Caligiuri – ecco perché credo che i grandi debbano contribuire a nutrire ulteriormente queste ancora “piccole” ma potenzialmente “grandi” risorse territoriali, dando loro ampio spazio e avallando idee ed entusiasmo. Sono fermamente convinto che i giovani rappresentino il nostro futuro, di tutti. Credere nei giovani vuol dire creare spazi
consoni alle loro esigenze, promuovere iniziative che favoriscano il loro arricchimento intellettuale, perché no, anche con iniziative teatrali purché abbiano valenza didattico-educativa. Il teatro fine a se stesso è gradevole ma resta, appunto, fine a se stesso. L’istituzione scuola è questo che condivide con l’associazione Con-Tatto: stimolare i giovani. Mi rincuora – va avanti il presidente dell’associazione – il fatto che molti dei ragazzi si siano appassionati sin da subito, mi gratifica che altri abbiano maturato la passione strada facendo. Nelle interviste ai ragazzi attori, raccolte dai loro stessi compagni che si occupano della promozione dell’evento, o se vogliamo della redazione, è emersa la spontaneità della passione e la voglia di fare. E’ per me un’impresa molto ambiziosa, se non ardua, ma ciò che mi spinge ad andare avanti è proprio la motivazione che vedo nei ragazzi”.
L’associazione Con-Tatto opera nel mondo della scuola da diversi anni e in istituti di vario grado: elementari, medie e superiori. Variegati i progetti portati avanti ma accomunati tutti dallo stesso spirito didattico-educativo, teso a promuovere la crescita culturale del territorio. “L’emozione è sempre quella della prima volta – conclude il presidente Francesco Caligiuri – Ringrazio chi ci sostiene da tempo, gli istituti scolastici, i nostri partner “Informazione e Comunicazione”, “Cometa Radio”, “La Provincia di Cosenza”, “Paese24”, L’U.I.C. delegazione di Rossano nella persona di Antonella Cruceli e infine, ma non per ordine di importanza, ringrazio il gruppo, tutti i componenti dell’associazione Con-Tatto: Cinzia Gentile, Isabella Vulcano, Claudio Tarantino, Pasqualino Bruno, Natale Laurenzano, Teresa Guagliardi, Fabio Belgrado, Angela Carandante, Giovanni Berardi, Mimmo Scigliano, Maria Giovanna Caruso”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.