Sicurezza sul lavoro. Ecoross premia cinque dipendenti

Corigliano-Rossano – In occasione della Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro, giovedì 28 aprile l’azienda Ecoross ha inteso premiare cinque operatori che si sono particolarmente distinti sia nel rispetto della normativa vigente sia nell’utilizzo corretto e puntuale dei Dispositivi di protezione individuale (Dpi).

Un riconoscimento che gratifica i dipendenti, in servizio presso cinque diversi cantieri, ma anche la stessa azienda, che ha posto la sicurezza tra le massime priorità effettuando ingenti investimenti e ottenendo la specifica Certificazione ISO 45.001.

Walter Pulignano

«In Ecoross – afferma l’Amministratore unico Walter Pulignano – abbiamo l’attitudine ad introdurre premialità a beneficio di quei lavoratori che dimostrano dedizione, impegno, serietà e rispetto delle regole. In questa occasione abbiamo inteso canalizzare l’attenzione sul versante della sicurezza che per noi è imprescindibile. Eventi come questo rappresentano motivo di orgoglio per l’azienda, a conferma che la grande squadra di Ecoross continua a muoversi nella giusta direzione. Siamo molto rigidi e scrupolosi in tema di sicurezza e, quando necessario, agiamo di conseguenza anche a tutela dello stesso lavoratore. In larga parte – conclude Pulignano – mi risulta che in tutti i cantieri in cui operiamo  vi sia la massima osservazione alle prescrizioni, infatti abbiamo consegnato i riconoscimenti a cinque dipendenti ma ce ne sarebbero tanti altri da premiare!».

La cerimonia di consegna dei premi, avvenuta presso la sede centrale dell’azienda, ha inteso far emergere anche la valorizzazione e l’attenzione che Ecoross riserva alle risorse umane, vero patrimonio di un’impresa che ambisce a crescere e a consolidarsi. Commossi e soddisfatti i cinque lavoratori – Michele Fazio, Sergio Toscano, Vincenzo Brunetti, Massimo Guglielmi, Piero Paolo Capalbo, in servizio nei cantieri di Acri, Corigliano, Crosia, Mandatoriccio, Rossano – che hanno ricevuto il riconoscimento dall’Amministratore unico alla presenza del Procuratore di Ecoross Eugenio Pulignano, del Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione ing. Antonio Reda, del Responsabile dei Servizi di Igiene Urbana dott. Simone Turco, del Responsabile Risorse Umane dott. Francesco Scigliano e del Responsabile area Amministrazione Giovanni Placonà.

Antonio Reda

Fare sicurezza è e deve essere la parola chiave per un’azienda, anche in termini di addestramento del personale. «Investire in sicurezza – afferma l’ing. Antonio Reda, RSPP – minimizza il rischio di infortunio, portando la curva del rischio verso lo zero. In queste realtà aziendali, in cui i rischi sono diversi e specifici per le varie mansioni, alla fine l’investimento in sicurezza non risulta essere un costo bensì un risparmio per l’azienda, poiché un possibile infortunio porterebbe a costi diretti e indiretti quali il fermo di una risorsa umana, la sua sostituzione e così via. Ecoross ha deciso di investire in sicurezza in ogni ambito aziendale, dalle attrezzature all’organizzazione, dai sistemi antincendio ad una continua formazione dei lavoratori».

Francesco Scigliano

Sul fronte sicurezza, Ecoross è un’azienda strutturata, dotata di uno specifico sistema di monitoraggio e controllo «Tale attività – spiega il dott. Francesco Scigliano, Responsabile Risorse Umane – ci consente di poter intervenire in tempi rapidi su eventuali anomalie riscontrate nei diversi cantieri, con le opportune azioni correttive. A volte si ricorre anche ad un sistema sanzionatorio per gli inadempienti. È bene precisare che, nonostante gli sforzi profusi da tutte le figure coinvolte nella salvaguardia della salute e sicurezza sul lavoro,  molti infortuni  a volte accadono perché non si ottempera con particolare attenzione alle procedure previste da parte degli addetti ai lavori. Il sistema in essere, certificato, e i controlli effettuati giornalmente dai preposti, tuttavia, ci hanno consentito negli anni di diminuire l’incidenza percentuale degli infortuni sul lavoro».

L’obiettivo principale è quello di prevedere e/o evitare eventuali situazioni di pericolo tutelando l’incolumità degli operatori. A tal riguardo per l’anno 2022 Ecoross continuerà ad investire nella formazione del personale e introdurrà il cosiddetto “near miss” – mancato infortunio: nel momento in cui si dovessero registrare degli episodi “sentinella”, saranno direttamente i lavoratori a segnalare la situazione all’azienda, anticipando così i tempi per le opportune azioni correttive da mettere in pratica (Comunicato stampa).

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *