Sibaritide, Covid: situazione stazionaria, a Corigliano-Rossano disagi in ospedale

Ospedale di Rossano

784 contagi e 22 decessi negli ultimi 30 giorni a Corigliano-Rossano, 173 a Crosia, 285 ad Acri, 103 a Cariati, 75 a Cassano e 60 a Terranova da Sibari. Sono i numeri dei centri maggiormente colpiti della Sibaritide. A Corigliano-Rossano nelle ultime 24 si è riscontrata una netta diminuzione, 13 positivi. Sul fronte ospedaliero dopo l’annuncio dei 38 posti letto Covid al quinto piano del “Nicola Giannettasio”, i 4 posti di Rianimazione convertiti in Intensiva Covid, si continuano a registrare disagi organizzativa nella gestione del personale ma anche sulla sicurezza dei percorsi.

Il pronto soccorso lavorerà a ranghi ridottI a causa dell’assenza di ben 5 infermieri (su 20) per malattia, uno dei quali in quarantena per Covid. Lo scompenso determina problemi di turnazione. Attualmente in emergenza ci sono 8 degenti Covid. L’enorme carico di lavoro sui camici bianchi inizia a pesare sul personale. Sul fronte “sicurezza”, si nutrono dubbi sui percorsi dedicati. In particolare fa discutere il tratto che dall’Intensiva porta nel laboratorio della  Tac dedicata e viceversa. Durante il tragitto occorre attraversare un segmento all’area aperta. Accade che i pazienti Covid possano essere bagnati dalla pioggia poiché un tratto è sprovvisto di copertura.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.